Cazzago Brabbia in festa per il santo Patrono San Carlo

Le celebrazioni si terranno dal 4 al 9 novembre. Ci sarà il concerto “Musiche e parole”: all'organo il maestro Franco Santini e alla voce Betty Colombo

Cazzago Brabbia in festa per il santo Patrono San Carlo. Le celebrazioni si terranno dal 4 al 9 La Chiesa di Cazzago Brabbianovembre. Si comincia mercoledì 4 alle 20.30 con la festa liturgica di San Carlo, la  S. Messa solenne e a seguire l’apertura del banco di beneficenza nella casa parrocchiale; sabato 7 alle 21 in chiesa il concerto “Musiche e parole”: l’organo, opera del varesino Eugenio Maroni Biroldi del 1851, è racchiuso da una pregevole cassa in abete in stile classico, aperta anteriormente in tre svecchiature, il prospetto è diviso in tre campate: le due laterali contano ciascuna 9 canne e sono disposte a cuspide; la campata centrale conta 23 canne ad ancia con tuba divergente disposte a cuspide. La facciata è formata quindi da 43 canne. La tastiera, posta in finestra sotto il prospetto, conta 58 tasti con estensione Do1-La5. I tasti diatonici sono coperti in osso con fronte piatto rivestito, i cromatici sono realizzati in ebano. La divisione tra bassi e soprani è tra Do#3 e Re3. La pedaliera, non originale, è del tipo piatto e rettilineo, conta 17 pedali, con ambito Do1-Mi2. Lo suonerà il maestro Franco Santini, mentre la voce recitante sarà quella della cazzaghese Betty Colombo; domenica 8 alle 10 S. Messa solenne accompagnata dalla corale S. Cecilia diretta dal Maestro Vittorino Andreoli e a seguire incanto dei canestri sulla piazza della chiesa; nel pomeriggio dalle 14.30 giochi in oratorio e merenda per tutti; alle 20 lettura della Compieta in chiesa e processione per le vie del paese con la reliquia del santo; infine lunedì 9 alle 20.30 S. Messa di suffragio per tutti i defunti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.