Cazzola: «Concluso con soddisfazione l’intervento in Abruzzo»

Varese News intervista il direttore del nucleo di protezione civile, che lancia un appello ai giovani Varesini

Con la fine di Ottobre si è concluso il contributo della Protezione Civile di Varese
 per la tragedia di Aprile di 2009.  E’ infatti rientrato a Varese l’ultimo dei volontari presenti a Monticchio (Abruzzo), una delle zone che hanno visto all’opera gli ragazzi del Nucleo Mobile di Pronto Intervento per 45 giorni ininterrottamente.
“ L’intervento è stato lungo e articolato” ha spiegato Paolo Cazzola, direttore del nucleo e assessore alla sicurezza del comune di Gallarate, intervistato da VareseNews.
I 42 volontari hanno lavorato nelle tendopoli di Gagliano Aterno e Secinaro, oltre a essere presenti nel Campo soccorritori di Sulmona, per poi concludere a Monticchio il loro intervento.
 I ragazzi del Nucleo hanno gestito l’approvvigionamento e le cucine campali, arrivando a distribuire più di 5.000 pasti.
L’assessore alla sicurezza Paolo Cazzola si è detto “ soddisfatto” del lavoro svolto per l’Abruzzo. Infatti, durante l’intervista,  ha sottolineato più di una volta la preparazione e il lavoro eccellente svolto dai suoi volontari, che lui stesso ha giudicato: “all’altezza nel gestire una tragedia simile.”
Il direttore del Nucleo ha poi conclusofacendo un appello ai giovani di Varese:
“ Fare il volontario per la Protezione Civile è un’esperienza che segna. Vorrei fare un appello ai giovani, invitandoli a diventare volontari, perché oltre ad aiutare gli altri si ha la possibilità di fare un’esperienza unica, che aiuta a crescere”.
Chiunque sia interessato a diventare volontario per il Nucleo Mobile di Pronto Intervento può trovare informazioni sul sito http://www.nucleomobilevarese.it/ o chiamare il numero 0332/332489.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.