Come ti riconosco un Caravaggio!

Due tele dalla controversia attribuzione in mostra al Castello di Masnago con un percorso didattico sulle tecniche di indagine e di restauro; le modalità e gli strumenti che gli esperti utilizzano per l’attribuzione dell’autenticità delle opere

Vero o falso? L’attribuzione di opere ai grandi maestri ha tenuto e continua tenere impegnati gli studiosi d’arte che quotidianamente si confrontano con i documenti e con la tecnologia per verificare l’autenticità di tele, disegni e sculture. La storia dell’arte è contrassegnata da strepitose scoperte o grandi smentite. Il fascino del percorso di ricerca che porta ad accertare la paternità di un’opera può diventare una mostra come quella proposta dal Castello di Masnago di Varese (dal 7 novembre 2009 al 10 gennaio 2010 Caravaggio? L’enigma dei due San Francesco. Mostra sulle tecniche di attribuzione dell’autenticità dei dipinti dove il percorso espositivo si snoda tra due tele dedicate a San Francesco molto simili ad un primo sguardo che però sono al centro di un’attuale controversia fra critici d’arte e autorevoli studiosi che sostengono, con motivazioni scientifiche parimenti fondate, tesi diverse sull’autenticità dell’uno o dell’altro a cui si aggiungono ipotesi di attribuzione ad un pittore di scuola caravaggesca.
La mostra, ideata da Ruggero Dimiccoli, cerca di rispondere ad alcune domandi cruciali come se sia possibile arrivare ad accertare senza dubbio alcuno l’autenticità di dipinti così antichi, spesso sottoposti più volte a restauri e a lavori che ne hanno alterato la forma originale? Cosa rende così difficile, il cammino per raggiungere il verdetto definitivo? Qual è l’attendibilità degli strumenti a disposizione della scienza per l’attribuzione dell’autenticità di un’opera pittorica? Possono le nuove tecnologie dare un contributo dirimente?
L’esposizione ha taglio didattico e illusta con materiali multimediali, filmati di restauri, fotografie, testi e videointerviste a restauratori, le differenze stilistiche tra i dipinti; la “biografia” delle tele; tecniche di indagine e di restauro; le modalità e gli strumenti che gli esperti utilizzano per l’attribuzione dell’autenticità delle opere.
In due sale del Castello allievi delle Scuole di Restauro mostreranno al pubblico “dal vivo”, in una sorta di laboratorio aperto, le tecniche descritte nel percorso espositivo. Sarà proiettato inoltre lo sceneggiato sulla vita di Caravaggio recentemente realizzato dalla RAI e interpretato da Alessio Boni.
 
Caravaggio? L’enigma dei due San Francesco. Mostra sulle tecniche di attribuzione dell’autenticità dei dipinti
Civico Museo D’Arte Moderna e Contemporanea
Castello di Masnago
Via Cola di Rienzo 42 – 21100 Varese
Dal 7 novembre 2009 al 10 gennaio 2010
Orari di apertura al pubblico: da martedì a domenica 9.30 – 12.30 / 14.00 – 17.30
Chiuso: lunedì, 1° gennaio, 25 dicembre

Ingresso: intero 4.00 € ridotto 3.00 € scolaresche 1.00 €

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.