Concorrenza, multa di 200 milioni di franchi per Swisscom

La commissione svizzera che regola il mercato ha giudicato la politica dell'azienda di comunicazione come abuso di una posizione dominante e ha inflitto una pesante sanzione

La Commissione svizzera della concorrenza (COMCO) ha inflitto a Swisscom una sanzione di oltre 200 milioni di franchi. L’autorità  ha constatato che Swisscom, tramite la sua politica sui prezzi in relazione a servizi ADSL praticata fino al 31 dicembre 2007, ha penalizzato i propri concorrenti. 

Swisscom è da un lato, attraverso la propria marca Bluewin, attiva quale fornitrice ADSL. Dall’altro essa fornisce anche dei servizi per l’accesso a internet a banda larga che sono necessari per offrire internet ADSL. Concorrenti di Bluewin come Sunrise, VTX o Green, per poter offrire ai propri clienti internet a banda larga tramite ADSL, hanno bisogno di questi servizi da parte di Swisscom.

I prezzi richiesti da Swisscom fino a fine 2007 per queste prestazioni sono alti in confronto con i prezzi finali richiesti ai clienti. Questo ha portato a una scarsa differenza tra i costi per l’offerta di servizi ADSL e i prezzi finali richiesti ai clienti («Price- o Margin Squeeze»). "Swisscom – si legge nella nota della commissione – ha penalizzato i propri concorrenti nella misura in cui questi non hanno potuto offrire i propri prodotti ADSL in modo redditizio. Anche Swisscom, tramite Bluewin, ha avuto delle perdite in questo settore. Queste perdite sono però state compensate in misura abbondante dai guadagni ottenuti nei servizi per l’accesso a internet a banda larga".

 
La COMCO ha considerato l’azione di Swisscom come abuso di una posizione dominante. I prezzi elevati richiesti da Swisscom per l’offerta di servizi ADSL sono anche corresponsabili dell’alto livello dei prezzi in Svizzera. Dal 1 gennaio 2008 Swisscom ha diminuito i prezzi dei propri servizi per l’accesso a internet a banda larga. Ciò ha portato a un miglioramento per gli altri offerenti ADSL.
 
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.