Dall’Agenzia delle entrate nuovi chiarimenti per i frontalieri

Il direttore ha precisato che non sono soggetti alle norme dello scudo, ed è sufficiente avere regolarmente provveduto alla compilazione nella denuncia dei redditi del modulo RW

senato, frontalieri, scudo fiscale, agenzia entrateL’Agenzia delle Entrate offre un nuovo chiarimento per i lavoratori frontalieri preoccupati dopo l’entrata in vigore delle norme sullo scudo fiscale. Durante l’audizione di questa mattina in commissione Finanze Attilio Befera, direttore dell’ Agenzia ha spiegato nuovamente la problematica di questi lavoratori nei confronti dello scudo fiscale. Il direttore ha precisato che i frontalieri "non sono soggetti alle norme dello scudo, che per loro è sufficiente avere regolarmente provveduto, come già da 20 anni previsto, alla compilazione, nella denuncia dei redditi, del modulo RW. In una nota congiunta è arrivato il commento dei senatori della Lega Nord, Fabio Rizzi, Roberto Mura, Enrico Montani e Armando Valli: «Il modulo RW – si legge nella dichiarazione dei senatori del Carroccio –  non genera conseguenze fiscali ma ha solo scopo informativo delle situazioni reddituali dei nostri concittadini che lavorano in Svizzera. L’Agenzia delle Entrate ha previsto una sanatoria, al costo simbolico di 25,8 euro (un decimo della sanzione minima) per tutti i frontalieri, e sono oltre il 90%, che non avevano mai compilato il modulo RW e che adesso possono adeguarsi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.