Del Sante e Bruccini, la felicità di chi si è sbloccato

I commenti dopo le partite casalinghe vinte da Varese e Pro Patria

QUI VARESE – Si conferma imbattibile Stefano Bettinelli, il vice di Sannino che ogni volta che va in panchina conquista punti per il Varese. «Sono felice che sia andata così, proseguiamo a fare il nostro campionato pensando alla salvezza e una volta raggiunta quella ci guarderemo attorno. Oggi abbiamo avuto tante occasioni ma non siamo stati bravi e lucidi per chiudere prima la gara, non siamo stati abbastanza cattivi sotto porta e ci è toccato soffrire fino al 94’. D’altra parte pareggiare sarebbe equivalso a una sconfitta, perché soprattutto nel primo tempo abbiamo giocato bene, restando alti ed evitando le loro ripartenze. Il Sorrento è una buona squadra, migliore della classifica che hanno. Poi c’erano i presupposti per un secondo tempo tranquillo ma nel finale si è riaperto tutto perché sul 2-0 non siamo stati bravi né a gestire né a sfruttare i contropiedi. Sono felice anche per Del Sante che si è conquistato il posto con un ottimo lavoro in settimana e sul campo si è visto».
 
L’allenatore ospite Novelli incassa i meritati complimenti e spiega: «Questa è la seconda settimana che lavoriamo a pieno ritmo e ho visto una squadra con una buona mentalità contro un Varese aggressivo, ben guidato e bravo a giocare. Forse la sconfitta è immeritata per noi, maturata con due rigori e caratterizzata da tanti errori dalle due parti. Ripeto, il Sorrento ha avuto la mentalità giusta, ha giocato a calcio senza barricate: non dobbiamo buttarci giù ed essere fiduciosi per il futuro».
Così invece Buzzegoli, autore del primo gol: «Sul rigore ho avuto un attimo di smarrimento ma poi ho visto la palla venirmi incontro e a quel punto è stato facile; però non ho calciato come volevo. Spiace piuttosto avere avuto tante occasioni non sfruttate e avere poi ma poi abbiamo rischiato di subire un pareggio-beffa: dobbiamo evitare ciò realizzare le palle gol che creiamo».
Chiude il rinato Stefano Del Sante: «Questa settimana mi sono allenato bene, con tanta voglia. Desideravo segnare e ringrazio Ebagua che mi ha lasciato battere il rigore che ha siglato una vittoria importante e voluta. Tempo fa avevo detto che se avessi segnato anch’io saremmo primi in classifica: ora è necessario che trovi continuità. Se andiamo in testa, tanto meglio».
QUI BUSTO – Negli spogliatoi dello “Speroni” mister Vincenzo Cosco bada al sodo: «I tre punti erano fondamentali. Siamo stati bravi e fortunati a fare i cambi giusti, abbiamo tenuto bene il vantaggio e ne sono contento, anche perché queste partite ti insegnano a soffrire. Però gli errori che abbiamo commesso non possono essere ripetuti in altre occasioni. Bruccini – dice dell’uomo partita – è importante, dà equilibrio alla squadra ed è molto bravo tatticamente. Fondamentale per la Pro averlo ritrovato. Oggi abbiamo affrontato un Viareggio che ha nella velocità una delle proprie migliori qualità, abbiamo un po’ subito i loro ritmi, ma poi siamo stati bravi».
Leonardo Rossi, tecnico dei toscani, si rammarica delle occasioni sprecate: «Paghiamo l’inesperienza della squadra, ma io non posso che essere soddisfatto. Se avessimo più cattiveria davanti alla porta parleremo di un’altra partita e un altro campionato. Tutto ciò però fa parte del nostro progetto, dovremo soffrire fino alla fine e stringeremo i denti per salvarci».
Bruccini racconta invece l’emozione della rete: «Rientrare in campo dopo tanto tempo e segnare dopo pochi minuti è bellissimo. Oggi abbiamo conquistato i tre punti e ne siamo contenti, ma questo deve essere il primo passo verso un futuro più roseo. Da parte mia posso dire che sto meglio, ma devo lavorare per trovare la migliore condizione per giocare al top un’intera partita».
Infine l’ultimo arrivato Baù, contento del proprio esordio: «Sono soddisfatto di come ho giocato, anche perchè ero fermo da 5 mesi e si sono sentiti. Come esordio non è andata male, abbiamo vinto e questo è importate. I miei compagni sono bravi e forti, credo che il lavoro su cui dovremmo concentrarci maggiormente sia il possesso palla».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.