Dietrofront della Lega, no all’emendamento sui lavoratori immigrati

Il carroccio ritira il provvedimento per limitare a sei mesi la cassa integrazione ai lavoratori extracomunitari. La proposta ostaggiata anche dall'Avvenire

No alla casa integrazione ridotta a sei mesi per i lavoratori immigrati. La Lega Nord fa dietrofront e ritira l’emendamento alla Finaziaria.
Proprio il provvedimento che aveva causato tante polemiche dalle opposizioni, che parlavano di razzismo, e all’interno della stessa maggioranza. Il deputato del Carroccio Maurizio Fugatti, autore della proposta, dice di "restare convinto delle idee espresse ieri". Ma, vista la contrarietà del ministro del Welfare Sacconi non è mia intenzione creare problemi alla maggioranza".
Questa mattina ad attaccare il provvedimento era stato il quotidiano Avvenire, l’organo d’informazione dei vescovi, che aveva scritto, "il solo fatto che si proponga di limitare un diritto soggettivo come la cassa integrazione a lavoratori che pure hanno contribuito al relativo fondo – per la semplice ragione che sono nati altrove – appare aberrante".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.