Discoteche aperte la notte, ma non devono disturbare

Ordinanza del sindaco che posticipa l'orario di chiusura per il ballo ma bisogna essere a posto con le norme antirumore

Il sindaco Attilio Fontana ha firmato una ordinanza che introduce, in via sperimentale, dal 20 ottobre al 2 maggio, la possiiblità per le disocteche e sale da ballo di restare aperte fino alle 4 di notte. Dovranno però garantire che non vi sarà rumore all’eterno e che i clienti non diano luogo ad assembramenti. Dalle 3 in poi non dovranno più fare entrare nessuno nei locali, con una riduzione della musica tra le 3 e 30 e le 3 e 45, orario in cui bisognerà spegnere tutto. Potranno usufruire della deroga i gestori dei locali che dimostreranno di essere in linea con la legge antirumore del 1999. Dunque, una decisione che premia chi è in grado di far divertire ma senza distrurbare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.