Due arresti per la rapina alla Popolare di Bergamo

Incastrati da un’impronta e dalle telecamere: sono due pregiudicati. I carabinieri li hanno catturati a cinque mesi dal "colpo" e indagano su eventuali altre responsabilità

Nella mattinata di oggi, venerdì 27 novembre, al termine di un’articolata attività investigativa, i Carabinieri della Stazione di Cornaredo hanno arrestato i due rapinatori della Banca Popolare di Bergamo, filiale di via Magenta.

Si tratta di O.A., 41enne trapanese, e di R.A., 50enne campano, entrambi residenti nel Comune di Cesano Boscone, nullafacenti, pregiudicati.

Nei loro confronti il G.I.P. di Milano, concordando con le risultanze investigative prodotte, ha emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere, per il reato di rapina aggravata in concorso.

Come noto, i due, alle ore 09.30 dello scorso 29 giugno, parzialmente travisati ed armati di taglierino, avevano fatto irruzione all’interno dell’istituto di credito, e dopo aver scavalcato il bancone di erano fatti consegnare dai cassieri la somma di 10.000 Euro.

Ma proprio lo scavalcamento gli risultava fatale: uno dei due rapinatori lasciava un’impronta, subito individuata ed accuratamente repertata dai militari.

Il riscontro palmare in Banca Dati sanciva l’attribuibilità piena ad A.O.

Iniziava a quel punto l’analisi delle frequentazioni di quest’ultimo, incrociato con le immagini delle telecamere a circuito chiuso e le testimonianze dei presenti.

Veniva quindi identificato anche il complice e le individuazioni fotografiche completavano il quadro indiziario.

I due soggetti si trovano ristretti nel carcere di San Vittore e sarà cura degli inquirenti verificare la loro eventuale responsabilità in ordine ad ulteriori colpi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.