Eagle Blade 2009: esercitazione in vista per le forze NATO di base a Solbiate Olona

Durerà due settimane l'impegno del comando del corpo d'armata di reazione rapida a guida italiana: servirà ad addestrare lo staff alle condizioni operative. Coinvolti un migliaio di militari, di cui 50 stranieri

Il Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO in Italia (NRDC-ITA), dislocato presso la Caserma “Ugo Mara” di Solbiate Olona e comandato dal Generale di Corpo d’Armata Gian Marco Chiarini, si schiererà nei prossimi giorni presso l’aeroporto militare di Cameri (Novara) per condurre l’esercitazione “Eagle Blade 2009”.

L’esercitazione, che avrà una durata di due settimane, è del tipo per posti comando (CAX, Computer Assisted Exercise), volta ad addestrare il personale di staff sia al processo decisionale e di pianificazione sia alla condotta di un’operazione militare a guida NATO in un’area di crisi.

L’esercitazione rientra nelle attività addestrative che annualmente consentono al NRDC-ITA di mantenere alto il proprio livello di prontezza operativa. Il Comando, infatti, deve essere in grado di schierarsi in un tempo massimo di 30 giorni in una qualsiasi area di crisi. All’attività prenderanno parte circa 1.000 militari, inclusa una componente di 50 Ufficiali e Sottufficiali delle 14 delegazioni straniere presenti a Solbiate Olona. La “Eagle Blade 2009” è stata approntata già da alcuni mesi, durante i quali tutti i partecipanti sono stati "indottrinati" a dovere non solo sulla situazione operativa che caratterizzerà l’esercitazione, ma anche sulla vita reale presso l’accampamento.

Il Corpo d’Armata NATO di Solbiate potrà contare anche sulla partecipazione dei rappresentanti di tutte le unità dipendenti o affiliate (cioè che hanno una dipendenza diretta per attività addestrativa). Tra queste, da ricordare non solo le unità di supporto logistico, ma anche quelle di supporto operativo quali unità per operazioni psicologiche, forze speciali, unità per la guerra elettronica e unità per la cooperazione civili-militari.

Il personale partecipante all’esercitazione verrà schierato presso l’aeroporto militare di Cameri, ove le unità logistiche di supporto alle dipendenze del NRDC-ITA hanno approntato tutti i materiali e le strutture (tende, Posti Comando e connessioni di rete, locali per la mensa ed il tempo libero) necessarie al corretto svolgimento dell’esercitazione. Presso la sede di Solbiate Olona, invece, sarà schierata la Direzione di Esercitazione, che comprende gli:
– “agenti esterni” che intervengono nella condotta di un’operazione militare in un’area di crisi, quali i media, i rappresentanti della popolazione civile, come autorità locali, le organizzazioni umanitarie e le bande armate;
– altri elementi che consentono la simulazione, cioè rappresentanti delle unità sovraordinate e subordinate.

Come da prassi consolidata in occasione della partenza per tutte le attività addestrative e operative, presso la caserma “Ugo Mara” verrà attivato il Family Support Centre, organismo dedito al supporto delle famiglie che rimangono presso le proprie abitazioni.

“L’Esercitazione che ci accingiamo a condurre sarà un banco di prova per confermare le già acquisite capacità del personale del NRDC-ITA di lavorare in modo integrato in un contesto multinazionale, interforze e sotto stress” – ha dichiarato il Generale Chiarini – “Inoltre verranno affinate e migliorate le procedure logistico-operative perchè il Comando NATO di Solbiate Olona continui ad essere una unità d’èlite su cui la NATO possa fare pieno affidamento”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.