Ediltek: “stati generali” dell’edilizia a Malpensafiere

Da venerdì 13 novembre a domenica oltre duecento espositori, convegni e workshop sui temi del momento: in testa le grandi opere infrastrutturali, le ristrutturazioni, le nuove frontiere della casa "ecologicamente corretta"

Ediltek è pronta a partire: in questo 2009 si annuncia come dei veri e propri “stati generali del mattone” la fiera dell’edilizia che da domani, venerdì 13 novembre, animerà i padiglioni di MalpensaFiere. Si tratta di una manifestazione in pieno sviluppo, come si è ricordato stamane nella presentazione dedicata alla stampa. Non essendo sufficienti i pur ampi spazi dei padiglioni, la fiera si è presa anche uno dei posteggi per l’esposizione dei macchinari di maggior mole. L’anno scorso i visitatori di Ediltek furono sull’ordine dei 14.000.
I numeri sono di tutto rilievo: 173 espositori, che diventando 205 contando quelli di Casa21, “fiera nella fiera” dedicata all’abitare moderno; di questi una trentina sono società per azioni, tre gli stranieri provenienti da Slovenia, Svizzera e Francia. Interessante anche il fatto che i consolati albanese e iraniano hanno contattato l’organizzazione per inviare due delegazioni di imprenditori. Gli iraniani in particolare sarebbero interessati al settore gru e movimentazione.

Assume insomma carattere a tratti internazionale una fiera nata a livello locale e che si rivolge ad un settore colpito da una crisi profonda. Il rilancio è atteso, e dovrà avvenire tramite gli stimoli decisi a livello politico: grandi opere e piano case. Quanto poi queste incideranno nel concreto è da vedere, ma l’attesa è molta.
Non meno di 11 diversi enti e associazioni professionali di categoria sono coinvolti nella manifestazione, il cui programma completo si può agevolmente consultare sul sito della manifestazione.

La carne al fuoco è davvero molta per il settore, e il programma rispecchia questa ricchezza tematica. Si parte venerdì mattina con un corposo convegno organizzato da collegio dei geometri, ordine degli architetti, ANCE (costruttori) e dal CPT prevenzione infortuni, che vedrà fra le altre autorità la presenza degli assessori regionali Cattaneo e Buscemi. Si parlerà di grandi opere infrastrutturali, in corso, imminenti o in programma – Pedemontana, tangenziale di Varese, ferrovia Arcisate-Stabio; di recupero del patrimonio edilizio e di housing sociale; di sicurezza sul lavoro con gli esperti. Numerosi saranno poi dal pomeriggio e per tutto il weekend incontri, seminari e workshop di approfondimento di singole tematiche, solo per fare degli esempi si tratterà di pitture fotocataliche, della gestione dei rischi legati all’amianto, o del fotovoltaico ad integrazione architettonica come nuova frontiera energetica.
Sabato mattina sarà sempre l’ampia sala Borghi ad ospitare ancora un convegno su un tema che sta assumendo la massima rilevanza, anche per gli adeguamenti normativi: quello della certificazione energetica degli edifici, ossia del calcolo della loro efficienza nel trattenere il calore, allo scopo di ridurre consumi, emissioni e costi nel tempo per l’acquirente. Da segnalare anche domanica un incontro alle 15,30 sul teleriscaldamento a Busto Arsizio, con Agesp Energia anch’essa “in fiera” e impegnata a cercare clientela per il nuovo servizio che sta implementando.

Non mancheranno le dimostrazioni: ad esempio quella di un’azienda bresciana che mostrerà come abbattere le polveri prodotte da una demolizione, oppure il minicantiere che sarà proposto agi studenti perchè possano venire a contatto con le problematiche di gestione della sicurezza sul lavoro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.