Fermato lo spacciatore del parco delle Groane con 45 kg di marijuana

All’uomo i militari sono arrivati studiando gli spostamenti dei consumatori di droga che si riforniscono abitualmente nell’area boschiva garbagnatese

I Carabinieri della Stazione di Garbagnate Milanese, al termine di un mese di indagini, hanno arrestato uno dei principali spacciatori del “Parco delle Groane”.
Si tratta di C.M., 27 anni, albanese da tempo domiciliato a Milano, artigiano, privo di precedenti. Trovato in possesso di niente di meno che 45 kg di marijuana.
All’uomo i militari sono arrivati studiando gli spostamenti dei consumatori di droga che si riforniscono abitualmente nell’area boschiva garbagnatese. Prolungati servizi di osservazione ma soprattutto pedinamenti, necessari a documentare abitudini e frequentazioni del soggetto.
Attività che ha portato gli investigatori fino alla via del Danubio di Milano e nello specifico in un garage che il pusher usava come propria base logistica. Qui preparava le dosi che poi smerciava nelle “Groane”.
Nella serata di ieri il blitz decisivo: avuta conferma che l’albanese si fosse appena rifornito, i Carabinieri facevano irruzione all’interno del garage.
In uno scaffale venivano rinvenuti tre borsoni, contenenti 45 kg di marijuana, suddivisi in 40 panetti, oltre a bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.
Inevitabili scattavano le manette; dovrà rispondere di detenzione illecita di stupefacente a fine di spaccio. Si trova ora nel carcere di San Vittore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.