Filippine, 35 cadaveri dalla strage di Mindanao

La tragica scoperta è avvenuta dopo il rapimento di circa 40 persone da parte di decine di uomini armati. I corpi sono stati recuperati da una fossa comune

Trentacinque cadaveri sono stati scoperti e recuperati a nell’arcipelago sud delle Filipoine a Mindanao. La tragica scoperta è avvenuta dopo il rapimento di circa 40 persone da parte di decine di uomini armati. I corpi sono stati recuperati da una fossa comune. I cadaveri delle vittime, tra cui almeno 14 donne, sono crivellati da colpi di arma da fuoco. Proprio in relazione alla strage il presidente filippino Gloria Arroyo ha decretato oggi lo stato di emergenza. Lo stato di emergenza riguarda la provincia di Maguindanao ed altre due zone adiacenti, per un totale di oltre un milione e mezzo di abitanti.
Le vittime facevano parte di un gruppo di una quarantina di persone che volevano presentare una candidatura a governatore provinciale, accompagnati da giornalisti. Le violenze sembrano quindi legate a rivalità politiche.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.