Fontana firma le nomine alle società partecipate

Il presidente della casa di riposo Molina sarà Guido Ermolli, ad Aspem Reti rimane Ciro Calemme. Regge l'accordo di maggioranza

Nominato il nuovo presidente della Fondazione MolinaSi è concluso oggi il balletto delle nomine nelle società partecipate dal comune, che aveva tenuto in apprensione i partiti per mesi. Il sindaco Attilio Fontana ha affidato Aspem Reti a un esponente del Pdl, il presidente uscente Ciro Calemme, mentre la fondazione Molina è andata all’Udc con la nomina di Guido Ermolli alla presidenza.
Gli equilibri decisi in settimane di trattative sono stati confermati dall’accordo che sostanzialmente era stato raggiunto già qualche settimana fa. La giunta formata da Pdl, Lega e Udc ha attraversato livelli di litigiosità sotterranea preoccupanti  e la fine della partita sulle società partecipate dovrebbe sgombrare il campo da molte tensioni.  Il quadro si completa con Aspem che è sempre retta dal presidente leghista William Malnati e che è entrata far parte del gruppo milanese A2a. La scelta di un anno fa, fu quella di isolare Aspem Reti dalla fusione, e di affidarla al presidente di area Pdl Ciro Calemme. La società ha così cominciato a svilupparsi, con l’affidamento ad esempio del business della piscina della Schiranna a cui ne seguiranno degli altri.
La nomina di Calemme ad Aspem Reti conferma anche gli equilibri dentro il Pdl in un momento molto delicato alla vigilia delle elezioni regionali dove si confronteranno a suon di preferenze quelli della corrente vicina a Formigoni e i colleghi di partito dell’area laico socialista.
Per l’Udc è una nomina molto importante, la Fondazione Molina ha un patrimonio ingente e lavora ogni giorno con migliaia di utenti e famiglie. La decisione del sindaco Fontana, nella quale hanno contato anche equilibri politici regionali, consegna al partito di Casini una forte presenza nell’area dei servizi sociali e di assistenza, dove ha già un presidio nell’assessorato retto da Gregorio Navarro
Nel Cda di Aspem Reti sono stati nominati Luca Lo Giudice Cappelli, Mario Speroni, Silvio Tizzi
Graziano Tolo. Il Collegio sindacale (effettivi) è formato da Edoardo Porrini, Andrea Donnini, Dario Ragusa. E dai supplenti Fabio Bonicalzi e Carlo Losapio
Nel dettaglio, la Fondazione Molina avrà presidente Guido Ermolli (ex dirigente di Palazzo Estense, aclista e presidente di Cesvov). Nel cda  siederanno Giancarlo Cunati, Roberto Corno, Cristina Romano, Don Pino Tagliaferri (nomina Prevosto)
Meno importanti le altre poltrone. Il sindaco ha nominato alla Fondazione Bolchini De Grandi come rappresentante del Cda per il  Comune Varese Cinzia Milan. Alla Prealpina Latte, dove il presidente è sempre il leghista Fabio Binelli,  ha nominato rappresentante nel Cda Franco Piero. Nel collegio sindacale è stato  nominato effettivo Graziano D’Abrosca e supplente Roberto Terzaghi

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.