Grande festa per il nuovo oratorio San Bernardino

Fine settimana tra incontri e festa per la struttura in cui sono stati anche restaurati affreschi del XVI secolo

Si inaugura nel fine settimana l’oratorio san Bernardino. Il programma della giornata è stato presentato nella sala di via IV Novembre alla presenza del Vicesindaco Avvocato Marco Seveso e dell’Assessore alle Infrastrutture, Lavori Pubblici e Viabilità sig. Andrea G. Donzelli. La manifestazione si svolgerà in due incontri, così articolati: Si comincerà il 6 Novembre nella Biblioteca Comunale, con la partecipazione del Restauratore dott. Luigi Parma e del Direttore dei Lavori arch. Gianfranco Salvini, che illustreranno lo stato di fatto e le operazioni di risanamento conservativo attuate nell’Oratorio limitatamente agli affreschi presenti, risalenti al secolo XVI di autore ignoto. Il 7 Novembre invece all’Oratorio San Bernardino, ci svolgerà l’inaugurazione con benedizione, taglio nastro e visita dell’Oratorio.
 
Partecipa all’iniziativa il Gruppo Storico di Caronno Pertusella, in particolare la prof. Zaffaroni interverrà nelle due giornate trattando gli aspetti storici e bibliografici.
La manifestazione è stata curata per gli aspetti culturali dalla Biblioteca civica comunale e dall’Assessorato Istruzione, Cultura, Sport e Tempo libero rappresentato dall’Assessore sig. Rimoldi Pierangelo, in particolare è stato organizzato l’intervento del sig. Marco Chianca con la lettura poetica del Cantico delle Creature e della vita di San Bernardino, nonché l’allestimento delle didascalie, dei pannelli all’interno dell’Oratorio e della Biblioteca civica.
 
“L’Oratorio San Bernardino costituisce un’opera di particolare importanza per il patrimonio storico-artistico del Comune di Caronno Pertusella in quanto, oltre ad essere uno degli edifici più antichi del contesto cittadino, contiene un prezioso apparato decorativo che ne arricchisce l’interno – spiegano dal Comune -. Le opere di conservazione ad oggi effettuate hanno riguardato le superfici affrescate e le operazioni di risanamento per ridurre i problemi di umidità di risalita presenti nel manufatto. Le successive operazioni di recupero edilizio e/o ristrutturazione statica dell’edificio saranno sviluppate a disponibilità completa dell’immobile nelle sue originarie fattezze.
L’Amministrazione Comunale si augura che l’evento abbia un positivo riscontro sulla Cittadinanza e che manifesti interesse e curiosità per il proprio patrimonio culturale, dello spirito di conservazione delle memorie storiche”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.