I contrari: “Internet è solo uno strumento”

Marco Mazzei, direttore dello sviluppo di Mondadori Digital, ci lascia un'opinione sulla proposta di assegnazione del Nobel a Internet

La proposta di Wired Italia di assegnare il premio Nobel a Internet ha avuto sicuramente il merito di far discutere il popolo del web, era prevedibile. Anche se Wired è presente nella sua versione italiana da meno di un anno, il suo "fratellone" americano è considerato la "Bibbia" della tecnologia: un nome rispettato, che gli ha consegnato molta credibilità fin da subito.

Qualcuno però non è convinto della proposta, e non l’ha giudicata in modo totalmente favorevole. Tra questi c’è un altro nome importante del web, Marco Mazzei, blogger e vertice dell’edizione on-line di Grazia, oltre che direttore del settore ricerca e sviluppo di Mondadori Digital.

«Internet è una rete di computer, i computer sono usati dalle persone, le persone hanno comportamenti positivi o negativi», spiega Mazzei, «Il web facilita alcune relazioni e ne rende più complicate altre. Wired Italia ha trovato un modo simpatico di farsi pubblicità, perché nessuno dei suoi potenziali lettori si troverà in disaccordo con una elenco pieno di mielose e retoriche banalità».

Ovviamente Mazzei non ha nulla contro il valore del web, e chiarisce: «Internet è straordinaria perché è un mezzo, uno strumento e siamo noi che la facciamo diventare buona o cattiva. L’iniziativa di Wired è ottima dal punto di vista – loro – marketing, ma sulla stessa linea di quei quotidiani che titolano: "Internet, iniziativa anti pedopornografia", come se la pedopornografia dipendesse dalla Rete».

Quindi niente Nobel? Non proprio: «Io un Nobel a Internet lo darei», conclude Mazzei, «Ma per la letteratura».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.