Il gruppo folcloristico Frustatori Ferno compie 25 anni

Domenica 29 novembre una mattinata di grande festa per celebrare l’evento

I Frustatori di Ferno compiono venticinque anni. Per celebrare l’importante anniversario il gruppo ha organizzato una mattinata di festa alla quale sono stati invitati a partecipare il Consiglio dei Ragazzi di Ferno, la Dirigente Scolastica, tutte le Associazioni che operano sul territorio del paese e, naturalmente, il Sindaco di Ferno Mauro Cerutti insieme alle altre autorità comunali. I festeggiamenti si sono tenuti domenica 29 novembre nella sede dei Frustatori in via Garibaldi 31, da dove è partita la sfilata che, per l’occasione, è stata aperta dal Gonfalone del Comune. Passando lungo via Roma e Piazza Dante, i Frustatori con le Associazioni, le Bande musicali di Ferno e Magnano, le autorità e gli invitati hanno raggiunto la Chiesa Parrocchiale, dove è stata celebrata la Santa Messa solenne cantata dal coro alpino “Penna Nera”. A seguire il saluto ai presenti da parte del presidente del Gruppo Folcloristico fernese, Anna La Salandra, la consegna delle targhe di riconoscimento e il rinfresco all’oratorio Beato Giovanni XXIII. Tutto ciò non prima, però, di aver assistito ad un’esibizione dei Frustatori che, a ritmo delle musiche suonate dalle Bande di Ferno e Magnano, hanno fatto schioccare le loro fruste per celebrare l’importante traguardo raggiunto. Il miglior modo per omaggiare il loro “strumento” di lavoro, proprio quelle fruste che, realizzate artigianalmente, hanno permesso al gruppo di farsi conoscere ed apprezzare in Italia ed all’estero, divenendo un vero fiore all’occhiello della nostra cittadina.
 
«L’augurio che voglio fare al nostro gruppo – ha dichiarato Anna La Salandra – è quello di poter continuare con lo stesso successo per altri venticinque anni e più. E per questo faccio affidamento sui nostri giovani, sperando che l’esperienza maturata in questi lunghi anni possa servire loro da stimolo ed esempio per continuare una tradizione che tanto ha dato a ciascuno di noi ed al nostro paese».
 
Il Gruppo Folcloristico dei Frustatori nasce a Ferno nell’autunno del 1984 in occasione del Palio, una manifestazione che in quegli anni animava le estati fernesi. Si voleva cercare un’idea che rendesse originale ed al contempo allegra la sfilata di apertura. Fu così che si pensò di ispirarsi all’antica tradizione dei carrettieri fernesi, che erano soliti richiamare l’attenzione degli animali da traino facendo schioccare nell’aria le loro fruste. Fruste che oggi sono le protagoniste degli spettacoli del gruppo fernese la cui esibizione, di grande effetto folcloristico e sonoro, consiste, appunto, nell’agitare e nel far schioccare abilmente una frusta a tempo di musica con un accompagnamento musicale. Le fruste utilizzate nello spettacolo sono attrezzi di singolare e pregevole fattura, costituite da lunghe corde intrecciate ed impreziosite da un manico di legno ricavato dal tronco di una pianta comunemente detta “Bagolaro” o “Vermiglio” (Celtis Australis) lavorato a mano. Le splendide coreografie realizzate durante gli spettacoli e i tipici costumi ispirati all’abbigliamento indossato dai vecchi carrettieri fanno da cornice agli allegri schiocchi di frusta rendendo ogni esibizione del gruppo ricca di colore, dinamicità e fascino. Composto originariamente da un nucleo di sette persone, il Gruppo conta attualmente una ventina di membri, uomini e donne, ai quali anno dopo anno si va aggiungendo una nutrita schiera di giovani, proprio quei giovani a cui si riferisce il presidente nel suo augurio.
«Per la nostra Ferno è motivo di grande vanto e di orgoglio – dichiarano il sindaco Mauro Cerutti e l’assessore alle Attività Educative e Culturali Filippo Gesualdi – ospitare un gruppo così noto a livello nazionale ed internazionale e così legato alle nostre tradizioni culturali. E’ quindi con gioia che ci uniamo a tutta la popolazione nel rivolgere i migliori auguri di buon anniversario al Gruppo Frustatori e nel ringraziarlo per quanto ha significato sinora ed ancora significherà nel futuro per il nostro paese».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.