Il Lago Maggiore punta sul turismo congressuale

È stato presentato a Roma il nuovo progetto per la promozione dell’offerta del territorio, con oltre 500 sale per più di 50 mila posti a disposizione

Turismo congressualeNasce il “Lago Maggiore Meeting Industry”. “È un sistema che nasce grazie alla collaborazione fra soggetti pubblici e privati, che oggi rappresento, con il sostegno della Comunità Europea.” Queste sono le parole con cui Tarcisio Ruschetti, Presidente Camera di Commericio del Verbano Cussio Ossola, ha illustrato il progetto durante l’incontro di presentazione che si è svolto a Roma giovedì mattina. Il progetto, nato da una cooperazione italo-elvetica, è volto a promuovere l’area piemontese, lombarda ed elvetica che si affaccia sul Lago Maggiore e l’entroterra, le città di Varese e di Novara a destinazione congressuale. Lago Maggiore meeting Industry ha infatti l’obiettivo di promuovere questa splendida fetta del nostro territorio come area meeting congressuale, potendo contare su un’offerta di qualità del servizio e diversificazione ambientale.
 
Per quanto riguarda la qualità infatti, Ruschetti ricorda la presenza di grandi alberghi con standard elevati di accoglienza e grandi sale congressi, specificando che “L’offerta è di 500 sale con poco meno di 50.000 posti a sedere. Nella stessa strutturaalberghiera è possibile trovare disponibilità per una sala da 1200 posti e per 380 camere”. Il presidente ci tiene anche a ricord la vicinanza, non di poca importanza, con l’aeroporto di Malpensa che dista infatti solo 35 minuti dalla zona interessata. Ma a rendere davvero unica questa meta è senza dubbio il patrimonio naturale e storico, come ci tiene ancora a sottolineare Ruschetti: “Bellezza e qualità dell’ambiente sono uno delle risorse della destinazione. Come avrete letto sui quotidiani Verbania è stata incoronata pochi giorni fa come la città “più verde d’Italia”. Infatti, quello che non può davvero mancare per rendere davvero ottimo il soggiorno dei congressisti, è una proposta vasta e di qualità per il tempo libero – prosegue -. Per questo scopo è stato fatto un cd che offre una panoramica completa su tutte le possibilità di passare il tempo libero al termine degli incontri di lavoro”.
 
La programmazione degli eventi della Lago Maggiore Meeting Industry è supportata da tre strutture: “Lago Maggiore Conference”, “ Varese Convention Bureau” e “Ente Turistico Lago Maggiore di Locarno”, che si occupano dell’organizzazione dei meeting nelle rispettive zone di interesse.
Ruschetti ha poi concluso il suo intervento alla conferenza tornando sul tema del patrimonio ambientale, e ha accennato ad un progetto affiancato a Lago Maggiore Meetinf Industry: “Nelle scorse settimane, sempre nell’ambito del nostro progetto, ha preso avvio un percorso di certificazione ambientale delle strutture alberghiere congressuali. Noi contiamo di avere entro la conclusione della prossima stagione 8 alberghi con registrazione EMAS.”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.