Il matematico che ha sfidato il regime

Mahmoud Vahidnia, giovane studente vincitore delle olimpiadi di matematica iraniane, aveva criticato l’ayatollah Khamenei all’Università di Teheran. Di lui ora si sono perse le tracce

Settimana scorsa Mahmoud Vahidnia (a destra nella foto), giovane studente vincitore delle olimpiadi di matematica iraniane, si era alzato in piedi durante un incontro con l’ayatollah Khamenei presso l’Università di Teheran e con un discorso di 20 minuti lo aveva attaccato. I professori erano sbigottiti, gli studenti applaudivano, e le guardie cercavano di fermarlo. Ma adesso di lui si sono perse le tracce: è sparito.
«Voglio dirle qualcosa», aveva esordito Mahmoud rivolgendosi all’ayatollah Khamenei durante la conferenza che si è svolta il 28 ottobre, «perché nessuno può permettersi di criticarla in questo paese? Non è ignoranza questa? Lei ritiene di non fare errori? L’hanno trasformata in una sorta di idolo irraggiungibile che nessuno può sfidare». Sono bastate queste parole per scatenare un putiferio. La televisione di stato ha censurato ma il filmato è rimbalzato ugualmente. Il giovane matematico è diventato l’icona della resistenza iraniana. La sua è stata una sfida di enorme portata. Perché nella Repubblica Islamica, Khamenei esercita il suo potere in campo religioso e politico in quanto Nayeb e-Imam, delegato dell’Imam occulto, una delle principali figure della teologia sciita e criticarla significherebbe mettere in discussione lo stesso volere del Dodicesimo Imam.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.