Il tar: “Quelle elezioni sono valide”

Il sindaco in carica Silvano Pisani esprime soddisfazione per la decisione del tribunale amministrativo contro il ricorso della minoranza. «Rimane aperto il dialogo»

il sindaco di bisuschio Silvano Pisani esulta per la sentenza del tar di MilanoIl 27 ottobre scorso la quarta sezione del Tar di Milano ha emanato la sentenza con la quale ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato da parte di Adriano Brazzale, Lucio Caldogno, Andrea Canazza, Augusto Franceschinis, Juri Franzosi e Pasquale Schiariti contro l’esito delle elezioni amministrative comunali del 6 e 7 giugno. I risultati delle ultime elezioni amministrative e la composizione degli organi del Comune restano dunque confermati. «Non avevamo dubbi sull’esito della sentenza del Tar – dice il sindaco Silvano Pisani - .Si è dovuto aspettare qualche mese, ma infine è arrivato. Da subito il ricorso ci era apparso pretestuoso in quanto sia le operazioni di voto che quelle di spoglio si erano svolte regolarmente; queste ultime caratterizzate da un lavoro sereno tra presidenti, scrutatori e rappresentanti di lista. I verbali delle operazioni erano stati sottoscritti da tutti gli intervenuti e questo ci sembrava garantire appieno la correttezza delle operazioni».
Secondo la maggioranza in carica, «non aver accettato da subito che il dottor Pisani potesse essere il sindaco di tutti ci è apparso poco elegante ma, col ricorrere, si voleva soprattutto nascondere e offuscare una sconfitta che mai ci si sarebbe immaginato, oltretutto con l’ausilio e l’apporto dei partiti Pdl e Lega Nord. Da parte nostra resta immutata l’’intenzione, che non è mai venuta meno, di collaborare con la minoranza consiliare: il dialogo resta una delle caratteristiche del nostro modo di amministrare. Anzi teniamo a puntualizzare che si tratterà, almeno nelle nostre intenzioni, di un dialogo dialogico cioè fondato su un vero scambio di idee e non solo di un dialogo contraddittorio dove conta soltanto un confronto verbale e non il confronto delle idee. Non ci aspettiamo dalla minoranza le opportune congratulazioni di circostanza, che non sono mai arrivate, ma nel merito il pieno riconoscimento e l’accettazione del risultato amministrativo del 6 e 7 Giugno scorso. Il riconoscimento palese del diritto a governare di chi ha raccolto più del 50% dei voti validi espressi resta il fondamento di ogni collaborazione possibile: il fine resta quello dell’interesse di Bisuschio e dei suoi abitanti, non fosse altro che per essere coerenti con lo slogan “In Comune per il Comune”!».
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.