Impegni difficili per le varesine, ma i mister promettono battaglia

Sestese e CaronneseTurate affronteranno in casa rispettivamente Fiorenzuola e Alzano, la Solbia farà visita all'Olginatese.

Le tra veresine impegnate nel campionato di serie D affronteranno domenica 29 novembre, per la tredicesima giornata del girone di andata, delle sfide impegnative, che metteranno a nudo ambizioni e stato di forma di ogni compagine.

La Sestese ospiterà in casa il Fiorenzuola, che settimana scorsa ha battuto la Solbiatese al “Chinetti”, una formazione, come ammette il mister dei ticinesi Fiorenzo Roncari, delicata da affrontare: «Ovviamente sarà una partita difficile, anche perché noi dobbiamo vincere. Se cominciamo a portare a casa punti dal nostro campo la situazione, soprattutto di classifica, non può che migliorare. I nostri avversari, però, sappiamo che sono una compagine ostica, brava a sfruttare i momenti complicati delle avversarie, come ha dimostrato settimana scorsa a Solbiate Arno».

La CaronneseTuarate, che è tornata alla vittoria domenica scorsa dopo due mesi di astinenza, vuole continuare a fare bene, anche se a Caronno arriverà l’Alzano Cene, una delle formazioni meglio attrezzate della categoria, come spiega il mister degli insubrici Fabrizio Cesana: «Conosco molto bene i nostri prossimi avversari e devo ammettere che sono davvero una bella realtà, ma sarà anche la nostra occasione per dimostrare quanto valiamo. Molte risposte sulle nostre ambizioni e sul nostro futuro prossimo passeranno da questo match. Loro hanno tutto per fare bene e raggiungere mantenersi nelle zona alte della classifica, sono una squadra esperta e vantano un buon gioco, ma noi non ci tireremo indietro e affronteremo la gara al meglio».

La Solbiatese sarà l’unica delle tre a giocare in trasferta, sul campo dell’Olginatese. I nerazzurri in settimana si sono allenati a ranghi ridotti e le due squalifiche non aiutano la situazione già delicata per la squadra di Ramella: «Sarà per noi una trasferta senz’altro difficile. Duarnte gli allenamenti settimanali, oltre a dover fare i conti agli stop del giudice sportivo di Mosca e Lazzaro, abbiamo dovuto far fronte alle condizioni fisiche non eccellenti di Castellazzi e Donghi. Partiremo per affrontare l’Olginatese con tre juniores e una panchina corta, ma questo dovrà essere lo stimolo in più per fare bene. Mi aspetto che chi scenderà in campo lo faccia con il massimo impegno giocando allo stremo, anche perché non possiamo permetterci altri passi falsi. Fino a che i numeri non ci daranno ragione dovremmo vedere la classifica stando attenti a chi abbiamo dietro».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.