In consiglio comunale arriva il caso “crocifisso”

Maggioranza e lista "In Gavirate" hanno presentato due mozioni che verranno dibattute nella seduta di venerdì 27 novembre. Franzetti e Brunella ricordano le parole di tettamanzi

Il crocifisso arriva in consiglio comunale a Gavirate. Questa sera, venerdì 27 novembre alle ore 21,  la sentenza della Corte europea dei Diritti dell’Uomo sarà al centro del dibattito grazie a due mozioni ( una della maggioranza e una della lista "In Gavirate") che rilanciano il valore e l’importanza del simbolo. Maggioranza e lista “In Gavirate” mettaranno in luce la necessità di rispettare il simbolo, legato alle nostre tradizioni,  e incentivarne l’esposizione nei luoghi pubblici. Sulla questione i due consiglieri Enrico Brunella ed Ivano Franzetti, che saranno assenti per impegni lavorativi, faranno leggere una dichiarazione che invita a non limitarsi al simbolo ma, come ha detto il Cardinale Arcivescovo di Milano Dinogi Tettamanzi «Il punto però non è conservare un "simbolo", un oggetto, bensì il modo di viverlo nella realtà. Questo è l’ aspetto che dovrebbe essere considerato con maggiore serietà. Mi pare che di ciò si parli poco».
Enrico Brunella e Ivano Pranzetti obiettano che: «Sarebbe sconveniente se la difesa del crocifisso comportasse atteggiamenti di sopraffazione, di rivincita o di lotta per l’identità culturale, anziché rappresentare un’affermazione di pace… In altre parole, non riteniamo che con decreti coercitivi o con l’ostentazione di croci più grosse e illuminate (come maldestramente è già stato fatto) si possa combattere una battaglia di civiltà né tanto meno essere testimoni genuini della nostra fede cristiana».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.