“In famiglia o per affari, a Varese una vacanza su misura”

Per rilanciare il turismo, spiegano gli esperti del Varese convention e visitors buerau, occorre giocare le migliori carte del territorio: la natura e i servizi di qualità. Ma a volte serve anche altro...

turismo varese Perchè un turista dovrebbe scegliere una vacanza a Varese?
E perchè un’azienda programmare un meeting sul Lago Maggiore? Se una grande ragione non c’è occorre crearla. Per esempio garantendo agli organizzatori servizi di accoglienza su misura oppure offrendo al turista un pacchetto con un tema, come la bicicletta. Di questo si occupa ogni giorno il Varese convention e visitors bureau (Vcvb), guidato dal presidente Guido Brovelli con il supporto delle istituzioni e di molte associazioni di categoria. L’organismo mette oggi in rete 135 imprese (erano 85 solo un anno fa) e prevede due grandi aree operative: il lato "business & congress", dedicato al turismo d’affari e congressuale e quello "leasure" del turismo tradizionale. 
 
giovanni luatti«In entrambi i casi – spiega Giovanni Luatti, project leader della divisione business & congress – abbiamo puntato sulle due carte vincenti di questo territorio: le bellezze paesaggistiche e la qualità dei servizi offerti. Ma occorre altro. Per seguire al meglio il turismo d’affari è nato un club di prodotto specifico, VareseCongressi che risponde alle esigenze precise di questo segmento del settore. Il turismo congressuale necessita ad esempio di struttute adatte ad ospitare degli incontri o di avere a disposizione dei locali per delle esposizioni. Noi cerchiamo di offrire ai visitatori un servizio personalizzato. Questo è possibile grazie alla conoscenza dell’offerta disponibile e alla messa a disposizione di un project manager capace di formulare un offerta su misura». A fare da sfondo a riunioni di lavoro sono location di alto livello: dal Centro Congressi delle Ville Ponti di Varese alla Rocca d’Angera, da MalpensaFiere al Castello Visconti di Somma, oltre a una serie di strutture alberghiere di qualità riconosciuta. «Abbiamo messo in rete l’offerta di circa 70 aziende varesine e sappiamo di poter garantire agli ospiti la miglior tariffa per prenotazioni alberghiere e servizi». 

Galleria fotografica

In vacanza a Varese 4 di 10

mauro d'errico Il Varese convention e visitors bureau studia inoltre l’offerta per chi vuole trascorrere in provincia di Varese qualche giorno di vacanza e relax. «La natura e il paesaggio in questo caso danno molto al visitatore – dice Mauro D’Errico, project leader della divisione leasure - Ma tutto questo non basta. Oggi è necessario trovare una motivazione che spinga il turista a scegliere questo territorio piuttosto che un altro. Pensiamo ad esempio a uno straniero che viene in Italia per la prima volta. Come lo convinciamo a passare qualche giorno anche qui?». Sono nati per questo il progetto "Road to wellness", dedicato al cicloturismo a misura di famiglia e "Costa Fiorita" il marchio dedicato al rilancio del turismo sulla costa lombarda del Lago Maggiore. «Ad una proposta omogenea, come può essere quella delle vacanze in bici, si aggiungono degli accorgimenti collaterali che sono altri valori di questo territorio come l’enogastronomia o lo sport. Ma il primo passo in vista di uno sviluppo futuro è quello di creare un’immagine compatta. Per questo lavoreremo molto sulla collaborazione per superare la logica della concorrenza tra vicini».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 novembre 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

In vacanza a Varese 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.