Inaugurato il ponte provvisorio sul Po

A sei mesi dalla piena che distrusse il ponte di collegamento tra le sponde lombarda e emiliana, inaugurato un collegamento provvoisorio

Non un ponte di barche di vecchia concezione, ma un’opera di alta ingegneria unica in Italia.
È il nuovo collegamento provvisorio del ponte sul Po che riconnetterà i territori di Lombardia ed Emilia Romagna dopo il drammatico strappo avvenuto il 30 aprile scorso con il crollo del vecchio ponte.
Il ponte in elementi galleggianti è stato realizzato con tecnologie avanzate, un’opera di ingegneria unica in Italia che ed è costituito da un tratto in golena, da un tratto lungo l’isolotto Maggi, e da un duplice ponte galleggiante sostenuto da elementi di acciaio: il primo, lungo 92 metri, dalla sponda
lombarda all’isolotto Maggi, il secondo, è lungo 185 metri e va dall’isolotto alla sponda emiliana. Il collegamento è lungo complessivamente 1300 metri e l’investimento complessivo è stato di oltre 6,2 milioni di euro.
Sul ponte provvisorio, che resterà aperto dalle 5 del mattino sino alle ore 23.00 e sarà video sorvegliato 24 ore su 24, è previsto il transito a doppio senso di marcia per le auto e a senso unico alternato per i bus di linea.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.