Insulti e minacce agli agenti, denunciato un uomo

na volta verificato il suo stato di clandestinità ha perso le staffe

Nel tardo pomeriggio di ieri, personale della Squadra Volante della Questura di Varese, in servizio di controllo del territorio, ha fermato due giovani ai quali hanno chiesto i documenti. Mentre uno dei due ha mostrato immediatamente il permesso di soggiorno, l’altro prima ha detto di non averne e poi ha cominciato ad insultare i poliziotti dicendo che non avevano alcun diritto di controllarlo; dopo qualche tempo tuttavia mostrava un passaporto albanese. Dai controlli risultava che il primo giovane, di 21 anni, di origine albanese, era regolare sul territorio nazionale, mentre per l’altro, di 30 anni, anch’egli di origine albanese, erano necessari maggiori accertamenti.

Durante l’accompagnamento in Questura necessario all’accertamento della sua posizione, l’uomo ha insultato e minacciato ripetutamente il personale delle Volanti, opponendo resistenza a seguire gli agenti e continuando ad offenderli anche all’interno degli uffici. Ad esito degli accertamenti compiuti in Questura si è rilevato che l’uomo è clandestino sul territorio nazionale, per cui è stato denunciato per il reato di clandestinità e per oltraggio, minacce e resistenza a pubblico ufficiale. Per lo stesso si sta procedendo, presso il locale Ufficio Immigrazione, alle pratiche per l’espulsione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.