L’ex sindaco: “Non mi sento offeso da Sgarbi”

Giancarlo Cremona interviene dopo la dichiarazione del primo cittadino di voler denunciare il critico: “Chi pagherà gli avvocati?”

«Non entro nel merito sulla decisione di denunciare Vittorio Sgarbi per quanto detto in occasione del servizio di "striscia la notizia". Vorrei invece fare un augurio a tutti Noi cittadini di Morazzone. E cioè che la parcella degli avvocati non la pagassimo tutti "noi"». Parole dell’ex sindaco Giancarlo Cremona in merito alla volontà espressa dal sindaco Matteo Bianchi di voler denunciare il critico Vittorio Sgarbi
«Io per quanto detto da Vittorio Sgarbi non mi sento offeso – prosegue Cremona -, non erano parole rivolte ai Morazzonesi ma agli scempi architettonici compiuti nel passato e nel presente (per la villa Bianchi). Forse che noi cittadini di Morazzone ci dobbiamo compiacere di avere un complesso edilizio come quello che ospita il Tigros? Ci dobbiamo forse compiacere che la Casina Tacchina (dimora nativa di Pier Francesco Mazzucchelli) sia ormai una struttura che aspetta solo di crollare? E potrei continuare… Le parole di Sgarbi hanno attaccato un’amministrazione ed un Sindaco ma questi debbono difendersi non con le risorse comuni che invece i cittadini di Morazzone hanno il diritto di vedere impegnate per ben altri scopi e fini».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.