La Cimberio con i cerotti vuole fermare la capolista

Domenica (18,15) a Masnago arriva l'imbattuta Avellino. Diversi gli acciaccati biancorossi ma Pillastrini avverte: "Non guardiamo in faccia a nessuno". Esordio per Tusek

michel morandaisNon c’è pace per la Cimberio di questo inizio di stagione. Non bastava un’avversaria tra le più temibili, non bastava la perdita di Slay di cui si è avuta conferma nei giorni scorsi: a peggiorare le cose in casa biancorossa ci si sono messi altri tre infortuni che accorciano ulteriormente la coperta a disposizione di coach Stefano Pillastrini. In uno degli ultimi allenamenti che precedono il match contro l’Air Avellino capolista (domenica, 18,15, PalaWhirlpool) si sono infatti fermati Martinoni, Antonelli (due dei giocatori più in forma) e Morandais (foto). Quest’ultimo è quello più a rischio per il match valido per la quinta giornata di campionato, ha una caviglia fuori posto, non si allena da martedì sera ma Pillastrini conta di averlo in panchina. I due lunghi italiani saranno certamente a disposizione ma Niccolò lamenta una contrattura alla schiena e Riccardo un problema a un tendine della mano. Insomma, l’arrivo del nuovo lungo Marko Tusek rappresenta una buona notizia isolata in una sequela di cose storte, nell’avvicinamento al match con gli irpini.
«Noi però non dobbiamo fasciarci la testa prima di scendere in campo; pensiamo piuttosto a giocare e il tabellone lo guarderemo solo a partita finita» spiega Pillastrini alla vigilia dell’ultimo allenamento. «Lavorare con certi carichi può portare ad avere qualche problema fisico – prosegue il tecnico di Cervia – ma contiamo che tutto questo ci torni in tasca con gli interessi più avanti. Avellino è un’ottima squadra ma la Cimberio non deve guardare in faccia a nessuno».
L’Air, dicevamo, va presa per quello che è, ovvero una delle due formazioni imbattute della Serie A italiana, insieme all’invincibile Siena. E se il Montepaschi è tutto fuorché una sorpresa, il team di Pancotto lascia davvero a bocca aperta, considerando un budget normale e soprattutto il fatto che l’Air è stata ricostruita da cima a fondo durante l’estate.
 
dimitri lauwersGli ospiti hanno anch’essi una bella gatta da pelare, l’infortunio del turco Akyol, subito sostituito dal francese Diarra, ma nel complesso stanno decisamente meglio della Cimberio.
«Ovviamente mi auguro che da queste sostituzioni in corsa siano loro a perderci – scherza Pillastrini – anche se credo che il peso specifico di Slay sul gioco di Varese sia maggiore di quello portato da Akyol ad Avellino. Ora però abbiamo Tusek che si è presentato nel proprio peso forma e ben preparato. Gli manca il basket giocato, cerchiamo di inserirlo al più presto».

A guidare gli uomini del vulcanico presidente Ercolino ci sarà così l’accoppiata formata dal play Dee Brown e dall’ala forte Chevon Troutman, gran protagonista nella vittoria ai supplementari di settimana scorsa contro la Benetton. Avellino è formazione quasi per intero straniera e non è un caso che altri uomini chiave siano due polacchi dai nomi impossibili, Dylewicz e Szewczyk uno nel ruolo di guardia, l’altro sotto i tabelloni. Per completare il quintetto poi c’è un altro americano, DeMarcus Nelson, ma forse l’uomo più atteso è un altro, ovvero Dimitri Lauwers che in maglia Cimberio ha festeggiato la promozione dalla LegaDue la scorsa primavera (foto). Un buon amico che sa essere perfido avversario: alla difesa biancorossa il compito di disinnescarlo.

ANTICIPO CON TREVISO – Dopo il match con Avellino, Varese affronterà in casa la Virtus Bologna e in trasferta la Benetton. Contro gli emiliani (domenica 15) il match si giocherà a mezzogiorno, con diretta sulla pay-tv, mentre la gara del Palaverde sarà anticipata a sabato 21 (ore 20,30) in modo da permettere ai biancoverdi di avere il tempo di preparare la gara di Coppa.

Cimberio Varese – Air Avellino

Varese: 4 Passera, 7 Morandais, 8 Antonelli, 9 Mian, 10 Galanda, 11 Thomas, 12 Zahariev, 14 Martinoni, 17 Cotani, 19 Tusek, 22 Childress, 31 Gergati. All. Pillastrini.
Avellino: 5 Troutman, 8 Dylewicz, 9 Casoli, 10 Lauwers, 11 Brown, 13 Cortese, 19 Diarra, 20 Porta, 21 Nelson, 24 Szewczyk. All. Pancotto.
Arbitri: Facchini, Ramilli, Weidmann.

Classifica: Siena, Avellino 8; Treviso, Caserta, V. Bologna, Cantù, Biella 6; Roma, VARESE 4; Ferrara, Milano, Teramo, Montegranaro, Cremona 2; Pesaro 0; Napoli -2.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.