La day surgery del Circolo si confronta con le esperienze italiane

Nel corso di un convegno organizzato dall'unità di DS diretta dal dottor Cantore, verranno analizzate tecniche e risultati. Decisamente soddisfacente il livello raggiunto al Circolo

L'equipe chirurgica della Day Surgery al Circolo"La day surgery in Italia". Varese, i prossimi 13 e 14 novembre, sarà al centro del dibattito scientifico su una tecnica che sta rivoluzionando il campo chirurgico, migliorando le condizioni generali del paziente, che si ristabilisce in tempi più brevi, e contiene i costi sociali e sanitari. Tutto nel rispetto della garanzie e delle certezze di un ricovero ospedaliero.
A Varese sono ormai sei anni che le unità operative chirurgiche possono contare su sedute di day surgery. Determinati tipi di interventi vengono effettuati non ricoverando il paziente per più giorni ma solo per il tempo necessario a superare il periodo post operatorio.
Da due anni e mezzo, l’ospedale di Circolo ha concentrato tutte le operazioni dei reparti chirurgici nel padiglione centrale: prima con tre sale, a cui se n’è aggiunta una quest’anno e che diventeranno cinque dal gennaio prossimo. Al Del Ponte, è rimasta l’attività relativa alle unità materno-infantili presenti: «Dall’attività di questo reparto – spiega il dottor Martino Cantore, responsabile della day surgery al Circolo e al Del Ponte – è esclusa solo l’oculistica che si avvale di attrezzature proprie, per cui ha una sala dedicata».
Neull’ultimo anno, le sedute chirurgiche sono notevolmente aumentate: al Circolo si calcola che, entro fine anno, verranno effettuati 4000 interventi contro i 3200 dello scorso anno, mentre al Del Ponte, i reparti hanno potuto contato 1950 operazioni contro le 1600 del 2008: «Al del Ponte, inoltre, l’attività di day surgery rappresenta in pratica il 40% dell’intera attività – sottolinea il dottor Cantore – Un risultato più che lusinghiero se si tiene conto che le liste d’attesa sono più che dimezzate e oggi i tempi variano dai 30 giorni ai 4 mesi. Le aree più critiche rimangono l’ortopedia e l’otorino ed è proprio per ridurre ulteriormente le attese che da gennaio si aprirà una quinta sala».

Per fare il punto sulla tecnica raggiunta in Italia, il dottor Cantore ha organizzato un convegno che si svolgerà nell’aula magna dell’Università dell’Insubria di via Dunant. Saranno presenti i maggiori esperti di "chirurgia del  giorno" compreso il presidente della Società Italiana di day Surgery Marsilio Francucci.
Tra i temi che saranno trattati : i modelli organizzativi ma anche le varie tecniche come la laparoscopia o la chirurgia tiroidea, il laparocele o la proctologia, l’ortopedia o l’oncologia. Una sessione verrà dedicata inoltre al ruolo dell’anestesista.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.