“La F4 salverà l’Mv Agusta”

Sindacati e Castiglioni sono d'accordo: il nuovo modello è la chiave di volta per risollevare le sorti dell'aziena varesina a caccia di nuovi acquirenti

la nuova F4Sarà, ancora una volta, una moto a salvare la MV Agusta in vendita? Potrà la nuova F4, che ha avuto successo al recente salone del ciclo e motociclo di Milano, replicare il miracolo della Brutale, diventata un mito mentre l’accordo di vendita alla Piaggio era completamente in alto mare?

Galleria fotografica

MV Agusta: Ecco la nuova F4 4 di 12

Insieme all’eco del successo della presentazione del nuovo straordinario modello di MV alla fiera internazionale di Milano, in MV si trattava la cassa integrazione per i lavoratori di Schiranna e si annunciava un “allungamento” delle vacanze di Natale dal 17 dicembre all’11 gennaio.

«Una cassa integrazione che non è stata mai utilizzata durante l’anno, unico caso nel settore in tutta la provincia – precisa però Claudio Castiglioni, da sempre patron e anima dell’azienda e suo presidente anche sotto la gestione Harley – E io sono fiducioso che non verrà utilizzata nemmeno nei prossimi mesi, malgrado sia stato necessario richiederla».

La produzione, a parte le vacanze di Natale, non si fermerà proprio per il buon ritorno in ordini che la presentazione della nuova F4 ha dato: «E’ decisamente piaciuta agli operatori in fiera, e non temo a dire che attualmente sia la più bella moto del mondo – sottolinea Castiglioni – Una consapevolezza del genere è la prima cosa a dare fiducia nel futuro. Le aziende infatti vanno avanti con i soldi, ma anche con i prodotti: e dopo questo successo sarà anche più facile risolvere la situazione».

Questo per il futuro, però: ora c’è invece l’incertezza su chi  acquisirà la proprietà dopo la decisione di Harley di venderla. «La gestione della vendita da parte di Harley Davidson, che è una società quotata in borsa e quindi ha una serie di passaggi delicati e obbligatori da svolgere, è stata affidata a Paribas – spiega Oscar Brun, della Fiom Cgil – Dicono che sono già arrivate due offerte, che sono state vendute moto per tutto il 2010. Speriamo che sa davvero così e non sia marketing».

«La situazione di MV Agusta si può definire chiaroscura – aggiunge Graziano Resteghini, della Fim Cisl – La situazione a Varese è di attesa, malgrado la buona risposta in ordini per la nuova moto. La nostra maggiore preoccupazione riguarda la scelta dell’acquirente: un conto è infatti se la nuova proprietà sarà di tipo industriale e un conto se se ne fa una questione solo finanziaria».

Una preoccupazione condivisa anche da Claudio Castiglioni, che sottolinea: «Il mio impegno personale sarà non solo per salvaguardare l’occupazione dei lavoratori di Schiranna: e in questo senso tutti sanno da che parte sono schierato. Ma farò  anche di tutto perchè l’azienda non si muova da Varese. E’ importante, per mantenere la qualità e il prestigio del marchio, che la produzione continui qui. Non è la prima volta che nei periodi di crisi qui troviamo il coraggio di affrontare le cose al meglio, con il senso che abbiamo da sempre dell’appartenenza a una azienda superiore dal punto di vista tecnologico»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 novembre 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

MV Agusta: Ecco la nuova F4 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.