La febbre ovale contagia Milano

Sabato 14 a San Siro l'Italia sfida gli All Blacks davanti a ottantamila spettatori. Ma nel capoluogo lombardo gli eventi si susseguono

all blacks rugbyDalla sfida a calci (plurale) tra la star Dan Carter e lo juventino Diego, agli allenamenti sullo storico prato dell’Arena Civica fino alle sessioni di autografi con gli studenti delle scuole. L’onda nera degli All Blacks sta scuotendo Milano nei giorni che precedono una delle partite amichevoli più attese della storia della palla ovale italiana.
Sabato pomeriggo, a partire dalla 15, lo stadio di San Siro ospiterà un test match (così si chiamano le partite internazionali non inserite in tornei ufficiali) tra l’Italia e la nazionale di Nuova Zelanda, la squadra più famosa del mondo nonostante non sia probabilmente la più forte del momento. Saranno ben ottantamila i tifosi che affolleranno il "Meazza", un numero impressionante per il rugby italiano: basti pensare che per la serie di tre partite disputate un anno fa contro avversari comunque di grande spessore erano stati venduti in tutto settantamila tagliandi.

L’avvicinamento alla sfida è stato purtroppo accompagnato dalla squalifica proprio di Dan Carter, per un fallo di gioco (placcaggio irregolare) ai danni di un giocatore del Galles nella partita giocata settimana scorsa a Cardiff e vinta dagli All Blacks 19-12. Il tecnico "tuttonero" Graham Henry non ha comunque problemi di formazione, tanto che nello stilare il XV che sfiderà l’Italia ha confermato solo tre titolari del match con il Galles e lascerà in panchina anche il capitano Richie McCaw. Il livello di gioco però, sarà come sempre altissimo: l’Italia non ha (ovviamente) mai vinto contro i neozelandesi ma si è ben destreggiata nell’ultimo confronto, l’estate scorsa a Christchurch, finito 27-6. Anche per questo gli All Blacks non lasceranno nulla al caso: dalla Haka in poi, per l’Italia sarà durissima.

Ecco il XV scelto da Henry e già comunicato.
15 Jane; 14 B. Smith, 13 Ellison, 12 McAlister, 11 Sivivatu; 10 Delany, 9 Ellis; 8 So’oialo (capitano), 7 Latimer, 6 Messam; 5 Boric, 4 Donnelly; 3 Tialata, 2 Flynn, 1 Crockett.
A disposizione: Hore, Afoa, Eaton, McCaw, Cowan, Donald, Muliaina

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.