La Polizia Locale impegnata nella lotta al lavoro nero

Scattate 6 denunce in seguito a recenti controlli

Nell’azione di contrasto, su tutto il territorio comunale, al fenomeno del lavoro sommerso, le pattuglie della Polizia Locale di Gallarate hanno operato, negli ultimi giorni, numerosi controlli mirati.
Dalle verifiche sono scattate, in due distinte operazioni condotte dagli agenti del nucleo sicurezza, 6 denunce a piede libero ai danni di altrettanti cittadini stranieri, 4 dei quali sono risultati clandestini. Nei confronti di questi ultimi, di nazionalità senegalese e brasiliana, è quindi scattato anche il decreto di espulsione dall’Italia.
Denunciati a piede libero i datori di lavoro, di nazionalità ivoriana ed equadoregna, per aver tenuto alle proprie dipendenze persone prive del permesso di soggiorno, favorendo il fenomeno dell’immigrazione clandestina. I quattro senegalesi sono stati arrestati oggi, giovedì 19 novembre, in via Trieste: scendevano dal furgone dove erano già stati fermati. L’uomo alla guida non aveva nemmeno la petente. La datrice di lavoro è stata denunciata per sfruttamento del lavoro nero.
Nello specifico, i lavoratori abusivi erano impegnati nella distribuzione di volantini pubblicitari, effettuata senza alcuna regolamentazione e in modo invasivo.
«La recente sanatoria intervenuta in materia di regolarizzazione della clandestinità – nota l’assessore alla Sicurezza, Paolo Cazzola - non deve fermare l’opera di contrasto alla presenza sul territorio di stranieri irregolari. In questo caso, l’azione degli uomini guidati dal comandante Giuseppe Alessi è risultata particolarmente preziosa, dal momento che ha posto fine a un fenomeno strettamente connesso all’immigrazione clandestina, cioè l’odioso sfruttamento di persone prive di qualunque garanzia da parte di datori di lavoro senza scrupoli».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.