La rabbia della Von si sfoga su Roma

La Yamamay torna al successo (12-3) grazie ai gol di Fantasia, Mendozza e Motta. Arma totale Van der Meijden: para tutto e fa anche gol

Ci voleva una reazione immediata e forte per dimenticare la sconfitta di Imperia, e la Von non ha tradito. Impegnata in casa nel turno infrasettimanale, la squadra di Jacopo Bologna ha travolto la Roma Pallanuoto con un perentorio 12-3 e una prova convincente. Magari non del tutto, visto che lo stesso tecnico toscano nel dopopartita segnala come si debba ancora lavorare per evitare certi errori, ma nel complesso non c’è assolutamente da lamentarsi.
Anzitutto perché Varese viene spinta dal trio Motta-Fantasia-Mendozza, autrici di una tripletta con quest’ultima capace anche di procurare due rigori a favore della Von; poi perché l’intera squadra gira come vuole il tecnico, soprattutto in difesa; infine perché alle spalle delle sei giocatrici di movimento c’è un Ilse Van der Meijden in formato "oro olimpico". Il portiere olandese si è confermata "arma totale": dopo aver parato tutto, ha pure emulato il mitico Rampulla (il portiere-goleador), andando in rete sulla sirena finale con un siluro da centrovasca che ha arrotondato il punteggio conclusivo sul 12-3.

LA PARTITA - Le premesse, per il buon pubblico della Comunale, non sono delle migliori. Nel quarto iniziale si vedono troppi errori sui due fronti e un unico gol, quello messo a segno a 1′ dalla sirena da Livia Fantasia in controfuga. Roma perde quasi subito Giovannangeli, espulsa pare per proteste dall’arbitro Gianneo; l’episodio fa andare su tutte le furie il coach ospite Ragosa: «Una mancanza di rispetto per le mie ragazze e per la partita. Il risultato finale non sarebbe cambiato, non dico questo, ma certe decisioni sono irrispettose».
Roma, già con una panchina più corta di Varese, regge ancora nel secondo periodo quando però la Yamamay mette già la testa avanti: Fantasia completa il tris, Mendozza segna e procura un rigore realizzato da Motta e solo le reti di Dalorto e Rulon contengono il passivo (4-2 al cambio campo). Si vede già una Van der Meijden maiuscola su Brini, ma Ilse si ripeterà nel quarto successivo ipnotizzando in serie Fabbri, Brini e Dalorto e mettendo una pezza a qualche errore di troppo tra le biancorossoblu. Periodo porvero di reti: va però a segno ancora Varese con la baby Repetto (bordata dalla sinistra): 6-2.
Il finale è tutto Yamamay e inizia con una rete di Vettorello. Motta poi fallisce un rigore (interferenza sott’acqua di un’avversaria non vista dall’arbitro) con il pallone che le cade dalle mani ma poco dopo segna una rete strepitosa. Mendozza non è da meno e va in gol per due volte in 40" e ancora Motta completa la tripletta personale con 3′ da giocare. Il bello però deve ancora venire: c’è l’esordio di Perego in porta, c’è la terza rete ospite di Brini e proprio sullo scadere il gol che non t’aspetti. Van der Meijden indossa la calottina di movimento, riceve palla, esce dall’acqua e spara il siluro del 12-3 su cui Bonelli non può nulla.

LE PAROLE - «Non crediate che sia stata una cosa estemporanea – spiega coach Bologna dopo il match – Ilse ha questi "numeri" nel repertorio e, quando ricapiteranno situazioni simili rivedremo questo schema. Poi è stata ancora ottima tra i pali, ma questa è la vera Van der Meijden: non è stata una prestazione super, per lei giocare così è normale». L’olimpionica olandese, alla domanda se era già riuscita in una simile impresa, si schermisce: «Sì, era successo. Ma poche volte…».
Bologna sul resto del match è chiaro: «Volevamo dimostrare che la sconfitta di Imperia fosse causata da ingenuità e ci siamo riusciti, anche se non abbiamo ancora eliminato tutti gli errori. Dobbiamo fare attenzione a non ripeterli, perché in altri casi ci possono costare caro: sabato arriva qui il Rapallo che è formazione di buona caratura, sarà un bel banco di prova.

Yamamay Von Varese – Roma Pallanuoto 12-3 (1-0; 4-2; 1-0; 6-1)

Varese: Van der Meijden 1, Perego, Esposito, Verde, Vettorello 1, Repetto 1, Fantasia 3, Cantone, Vitale, Rambaldi, Mendozza 3, Favini, Motta 3. All. Bologna.
Roma: Bonelli, Di Marcantonio, Brini 1, Dalorto 1, Giovannangeli 1, Caterini, Tenchini, Rovetta, Fabbri, Rulon 1, Sacco, Angiulli. All. Ragosa.
Arbitro: Gianneo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.