La Robur spreca in volata, sale ancora Legnano

La squadra di Zambelli perde la seconda gara di fila per due soli punti. Knight da alta quota ma anche Saronno fa strada

Due successi e una sconfitta di misura: questo il bilancio della nona giornata di serie B Dilettanti di pallacanestro in cui brilla la stella di Legnano che, dopo il successo con Monza, raggiunge la seconda posizione. Resta nel guado invece la Robur, battuta di un soffio a Piacenza, mentre Saronno coglie due punti importanti per restare nella pancia del gruppo.

Copra M. Piacenza – Abc Varese 73-71 – Occasione mancata per Varese che sfiora l’impresa a Piacenza ma è costretta a risalire sul pullman senza punti in tasca. A chiudere i conti è, una volta di più, l’inossidabile Mario Boni: l’ex capocannoniere di Serie A è ancora una volta il top scorer con 28 punti, ma la Abc ha sprecato quattro lunghezze di vantaggio nell’ultimo minuto e perso l’opportunità di salire al secondo posto. Peccato, anche perché uno degli errori in lunetta nel finale è arrivato da un Martino Rovera autore di una gara splendida con 22 punti e 8 rimbalzi che ne hanno fatto il migliore dei suoi. Partita sempre in equilibrio quella di Piacenza, in cui la Robur è stata brava a ricucire nel terzo periodo il leggero vantaggio guadagnato dagli emiliani nella prima metà. Poi il finale punto a punto, il sorpasso di Matteucci e il finale da 1/4 in lunetta che ha condannato la "banda-Zambelli" alla sconfitta.

Royal Legnano – Forti&Liberi Monza 78-64 – Lo scontro diretto per "certificare" le inseguitrici della capolista Torino finisce nettamente nelle mani di Legnano che sul parquet di casa batte Monza e la raggiunge a quota 12 punti in classifica. La Royal dimostra di saper studiare i rivali nella prima frazione per poi sorpassare nel quarto successivo. Akrivos guida i "cavalieri" (26 punti) che però trovano linfa dall’intero quintetto mentre i brianzoli pagano cara l’assenza di Fumagalli (in panchina ma non entrato). Monza rimane in partita (52-46 alla terza sirena) ma la precisa regia di Leva e la difesa della squadra di Piva evitano guai maggiori e, anzi, permettono di scavare un buon solco di 14 punti utile anche in chiave futura.

Press Bolt Saronno – Ims Como 71-56 – Due punti utili e quasi dovuti, vista la posizione in classifica di Como, permettono a Saronno di salire in classifica e di mantenersi in posizione incoraggiante. Buone notizie quindi per la Press Bolt che chiude i conti nella prima metà di gara con un parziale record di 17-3 nel secondo periodo. Una mazzata propiziata dal solito De Piccoli (27 punti e 13 rimbalzi nonostante condizioni fisiche non ottimali) che sopperisce anche ai ko in corsa di Santroni e Lissoni. Il momento di maggior pressione della Ims, a metà del terzo periodo, ha permesso un riavvicinamento presto risolto da Bianchi e Moraghi. Saronno ha ripreso quota e allungato sino al 71-56 finale.

Classifica: Moncalieri 18; LEGNANO, Monfalcone, Piacenza, Monza 12; VARESE 10; Castelnovo, SARONNO, Rovereto, Valenza 8; Corno di R. 6; Marostica, Iseo 4; Como 2.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.