Le pagelle di Cimberio-Air

Passera rischia troppo, Childress prova a reagire all'impatto di Brown. I migliori Gergati e Galanda: partita da sette

Passera 5 – Abbiamo contato almeno tre aperture di contropiede fuori misura. D’accordo provare a velocizzare il gioco, ma quando si è a “rischio fischi” non guasterebbe una prudenza maggiore. E quando riesce a entrare in area fatica a trovare sbocchi.
 
Morandais 4,5 – Quattro minuti, tre palle perse e un fallo commesso. Va bene la caviglia che non va, ma questa volta anche la testa è da un’altra parte.
 
Antonelli 5 – Forse per la prima volta lo vediamo spaventato dalla stazza degli omoni in verde che si trova davanti. Il voto è basso perché ormai Ricky va considerato un titolare: sia un incoraggiamento.
 
Galanda 7 – Come a Teramo, è tra i pochi a salvarsi in una giornata cupa. Punti (19), rimbalzi (8), assist (4): forse se tenesse il campo 40’ Varese arriverebbe più vicina alle rivali.
 
Thomas 5 – Una sola fiammata, a inizio ripresa, subito interrotta da un colpo alla caviglia. Fino a lì però aveva sofferto troppo, faticando a trovare spazio per il tiro anche contro Lauwers, che in difesa è furbo ma non è un fenomeno.
 
Martinoni 5,5 – Vale lo stesso discorso fatto per Antonelli, con la differenza che Nick parte meglio. Un po’ i falli, un po’ gli avversari lo spengono. Però nel finale, quando Troutman fa il bullo, Martinoni reagisce e non si fa mettere i piedi in testa: bravo.
 
Cotani 7 – Magari qualche volta pasticcia, ma il Gladiatore non tradisce. E in una sera in cui gli stranieri non vedono il canestro è anche capace di infilare 16 punti contro avversari o più veloci, o più tecnici, o più alti; non è poco.
 
Tusek 5 - Voto in sospeso, perché il fisico è allenato e la voglia intatta. Difetta un po’ di clima partita e si vede (raro che faccia 0/2 ai liberi): dalla prossima volta sarà più incisivo, scommettiamo?
 
Childress 6 – Di fronte ha una trottola di gran classe come Brown: Randy si gestisce con l’esperienze e replica con qualche perla cestistica da applausi. Alla lunga perde il duello, ma se Varese affonda lui ha poche colpe.
 
Gergati 5,5 – Partita di quantità, come sempre: lotta a rimbalzo, prova a pungere in difesa e a correre in attacco. Però finisce spesso anche lui nelle saracinesche ospiti e qualche volta non riesce a mettere in pratica ciò che vorrebbe.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.