Manifesti contro i disabili, scoppiano le proteste

Il messaggio sui cartelloni: “I disabili non vogliono lavorare e sono inutili”. Proteste sui media svizzeri, disappunto del Consiglio di Stato

Scritta nera in campo bianco: “i disabili non vogliono lavorare” oppure, “i disabili sono inutili”. E’ quanto si legge da alcuni giorni a questa parte su alcuni cartelli di grandi dimensioni stampati e affissi in tutta la Svizzera e anche in Canton Ticino. Nessuna indicazione sullo stampatore, nessuna informazione capace di far capire chi possa aver scelto un messaggio tanto forte: forse una trovata per sensibilizzare l’opinione pubblica, che comunque non può non far discutere. Secondo quanto appurato dall’esecutivo ginevrino, si tratta di una campagna pianificata dall’Ufficio federale delle assicurazioni sociali.
Dalle notizie apparse sul sito della Rsi “Ivan Belloli, deputato PLR in Gran Consiglio, ha inoltrato un’interpellanza al Governo ticinese con la quale chiede, tra l’altro, se non sia il caso intervenire per far togliere i manifesti affissi in Ticino, giudicati "di pessimo gusto".
E secondo la stessa fonte il Consiglio di Stato di Ginevra avrebbe chiesto al consigliere federale Didier Burkhalter “di ordinare il ritiro di tutti i manifesti”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.