Mario Chiesa verso il patteggiamento

L'uomo che diede inizio a Tangentopoli è accusato in un processo per traffico illecito di rifiuti e tangenti

Mario chiesa patteggia nel processo sul traffico di rifiutiMario Chiesa ha chiesto il patteggiamento a 3 anni e mezzo nel processo che lo vede imputato per traffico illecito di rifiuti in seguito all’inchiesta del sostituto procuratore Luca Gaglio che aveva scoperchiato un traffico di rifiuti speciali e di tangenti. Da quell’indagine è emerso che la società “La Solarese” di Michelangelo e Mirella Balestrucci, con sede amministrativa a Solaro (Mi) e sede operativa a Saronno, gestiva con modalità fraudolente le attività di trattamento e smaltimento delle terre di spazzamento stradale.

Questo tipo di rifiuto, giudicato non pericoloso, veniva illecitamente inviato, senza preventivi trattamenti, presso discariche del pavese, del bresciano e del cremonese tramite il così detto giro-bolla e l’attribuzione di un falso codice Cer, in base al quale vengono classificati i rifiuti. A capo del sistema vi sarebbe stato proprio Mario Chiesa che, a 17 anni da Tangentopoli, aveva dimostrato di aver perso il pelo (è invecchiato) ma non il vizio. Per lui il pm Gaglio aveva chiesto il giudizio immediato insieme agli altri due co-imputati. Domattina si terrà l’udienza per il patteggiamento di Mario Chiesa mentre per gli altri due il processo con giudizio immediato si terrà nei prossimi mesi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.