Meazza: “Questi bambini mi hanno riconciliato con il mondo”

Il fotografo varesino ha curato una mostra di 40 scatti che accompagnerà le due giornate di convegno sulla patologia. Meazza racconta la ricchezza umana di questa esperienza

carlo meazza «Quando realtà come queste entrano in contatto con la nostra vita non può che derivarne qualcosa di grande, un grande arricchimento umano». Parola di Carlo Meazza, il fotografo varesino che ha realizzato le immagini della mostra fotografica che accompagnerà il convegno “La persona down. Progettiamo un futuro adulto” in programma il 19 e 20 novembre nell’aula magna dell’università dell’Insubria. Meazza ha magistralmente ritratto bambini e ragazzi down nella loro quotidianità in 40 foto, raccolte anche in un catalogo – testimonianza, che ricordi nel tempo la mostra stessa. Chiarisce Meazza: «Ci siamo posti l’obiettivo di sottolineare la difficoltà sostanziale e oggettiva di tutti i giorni, quindi, vorremmo che le foto raccontassero alcuni aspetti della vita quotidiana nella relazione col mondo e quindi anche la fisicità per dimostrare il valore e la bellezza dell’integrazione».

Galleria fotografica

La persona down 4 di 9
La mostra vuole dare un volto al convegno e con questo spirito Meazza ha lavorato al progetto: «Non credo alla foto gridata, urlata, spettacolare, la fotografia svolge il suo reale ‘compito’, se riesce a comunicare qualcosa nella sua semplicità, se trasmette qualcosa di bello, capace di mantenere la memoria di cose e persone – prosegue Meazza – Le immagini della mostra sono rigorosamente in bianco e nero, perché è più espressivo del colore ed è più nella storia della fotografia, rappresenta un legame più fedele. Il bianco e nero aiuta a cogliere l’essenza dei protagonisti della foto».
down, mostra carlo meazzaCarlo Meazza racconta questa esperienza che l’ha coinvolto per qualche settimana durante la scorsa primavera – estate, in diversi momenti di vita quotidiana dei ragazzi down e sottolinea come «in alcuni momenti mi ha riconciliato col mondo perché ho ricevuto testimonianze di grande serenità». Meazza tiene molto a trasmettere quanto ha raccolto da questa esperienza anche attraverso il racconto di quei giorni.
Per ottenere le foto in bianco e nero è stata utilizzata una macchina digitale e il risultato finale delle stampe, fatto da GF Color Varese, è stato eccellente.
Il catalogo – 15 x 15 – contiene testi del Prof. Dionigi, di Giancarlo Iliprandi e Giovanna Brebbia.
L’architetto Jacopo Pavesi ha curato l’allestimento della mostra.
  
Mostra Fotografica
“La Persona Down: progettiamo un futuro adulto”
Sala di Rappresentanza – Università degli Studi dell’Insubria
Via Ravasi, 2 – Varese
dal 23 novembre al 3 dicembre 2009-10-30
dalle ore 8.30 – 12.30      dalle 14.30 alle 17.30
INFO: 800 011 398

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 novembre 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La persona down 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.