Mirabelli: “Non c’è sicurezza”

Di fronte ad un fatto gravissimo come quello di via Maspero non si può strumentalizzare ma non si può neanche restare in silenzio

Di fronte ad un fatto gravissimo come quello di via Maspero non si può strumentalizzare ma non si può neanche restare in silenzio.
 
Da troppo tempo, infatti, il PD pone con forza, purtroppo inascoltato, il problema della sicurezza nella nostra città.
 
Episodi tragici ormai ricorrenti come quelli di via Maspero, via Milano e via Ravasi denunciano, infatti, una situazione assai poco rassicurante.
 
A questo punto, rinnoviamo a tutte le forze politiche varesine l’invito a non nascondersi più dietro alla foglia di fico del “tutto va bene”.
 
I risultati fallimentari delle politiche attuate finora in tema di sicurezza sono ormai sotto gli occhi di tutti e impongono una seria riflessione.
 
A nostro parere, occorre mettere in campo un mix intelligente di interventi per il presidio del territorio e di crescita della cultura della legalità.
 
In questa direzione chiediamo al governo di impegnarsi per la nascita di un coordinamento operativo tra carabinieri, polizia e polizia locale sotto un’unica sala operativa ed un unico comando; di stanziare adeguate risorse in uomini e mezzi sul capitolo sicurezza della finanziaria; di incentivare la massima collaborazione possibile tra cittadini e forze dell’ordine.
 
Varese, 13 novembre 2009
 
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.