Monti: “Chiudere lo stabile dismesso dove è avvenuto il delitto”

Il fatto di cronaca avvenuto oggi in via Maspero a Varese porta ad una chiara riflessione su quello che è il fenomeno dell'immigrazione clandestina nella città capoluogo

"Il fatto di cronaca avvenuto oggi in via Maspero a Varese porta ad una chiara riflessione su quello che è il fenomeno dell’immigrazione clandestina nella città capoluogo e di come bisogna essere più realisti e meno moralisti su questa realtà" non tarda ad arrivare il commento del consigliere comunale leghista Emanuele Monti a margine dell’omicidio di stamattina presso lo stabile ormai definito " l’hotel dei clandestini ".
" Sono certo che a questo punto nessuno potrà opporsi ad un rafforzamento dei controlli da parte delle autorità su quella zona, mi auspico a stretto giro la chiusura definitiva di ogni ingresso dello stabile abbandonato di via Maspero".
Nel commentare la notizia il Lumbard Monti spiega il suo punto di vista " assistiamo a situazioni paradossali come questa di Varese dove un mondo sommerso composto da clandestini entrati illegalmente in Italia perseguono attività criminali ed è assurdo che in uno stato di diritto quale quello italiano ci siano forze politiche che chiedano di non intervenire in zone dove è notorio il degrado e la pericolosità per salvaguardare i clandestini-criminali che occupano abusivamente lo stabile. Grazie all’attività del Ministro Maroni in questi anni abbiamo assistito in un giro di vite sulla criminalità e un ritorno alla legalità, dobbiamo però ricreare una coscienza civile più realista e meno moralista, a difesa del nostro territorio contro ogni atto di violenza specialmente se le persone che sono implicate in tutto ciò sono perlopiù clandestini entrati illegalmente nel nostro Paese. Massima fiducia quindi nel Ministro Maroni e nelle forze dell’ordine che stanno facendo un lavoro fantastico, quindi avanti con parole d’ordine quali legalità, sicurezza , controllo e difesa del nostro territorio." 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.