“Nel nome dei figli” convegno di Apil sugli eredi in azienda

Al termine della tavola rotonda prevista domenica in sala don Besana si terrà la consegna del Premio "Lavoro e Famiglia" 2009 a Piera, Ernesto e Cecilia Cardani

La generazione "dopo", quella che segue il fondatore dell’impresa, quella dei figli: è questo il tema del convegno in programma domenica 29 novembre alle 10.00 nella sala Don Besana della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate (via Manzoni, 50 Busto Garolfo), promosso dall’Associazione Periti Industriali e Laureati di Legnano (Apil) con il sostegno della Bcc stessa.
A introdurre i lavori sarà il presidente di Apil, Giovanni Caironi, poi, a trattare il tema "Nel nome dei figli", saranno chiamati diversi relatori, ognuno con un taglio specifico.
Il consigliere regionale Sante Zuffada affronterà il contesto economico delle piccole e medie imprese nel territorio e nella dimensione globale; il docente di Storia economica all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Pietro Cafaro parlerà del ruolo della famiglia nello sviluppo storico economico lombardo, con particolare attenzione al territorio dell’Alto Milanese; il docente del Politecnico di Milano – dipartimento BEST (Scienza e Tecnologie dell’ambiente costruito), Alessandro Rogora, tratterà la trasmissione delle conoscenze tecniche, tecnologiche e organizzative nella conduzione aziendale; al sindaco di Busto Garolfo, Angelo Pirazzini, spetterà il ruolo della comunità locale come "incubatore" di attività economiche e sociali; il prevosto di Busto Garolfo, don Piero Roveda, si occuperà degli aspetti etici e morali del lavoro e del ruolo della famiglia come risorsa sociale. Chiuderà il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, Lidio Clementi, accennando al ruolo del credito finanziario e cooperativo a sostegno delle iniziative imprenditoriali. Il convegno sarà moderato da Gianni Borsa, corrispondente dell’agenzia SIR da Bruxelles per l’Unione Europea.

L’argomento della "successione" in azienda sarà protagonista anche del prosieguo del programma della mattina, con la consegna del premio "Lavoro e Famiglia" 2009 a Piera, Ernesto e Cecilia Cardani, rispettivamente moglie e figli di Piero Cardani, il fondatore della Piero Cardani srl, storica impresa edile di Busto Garolfo.
Queste le motivazioni ufficiali di Apil per l’assegnazione del riconoscimento:
Il Consiglio direttivo di APIL, Associazione Periti Industriali e Laureati di Legnano, sulla base delle motivazioni che hanno portato all’istituzione del Premio "Lavoro e famiglia", ha deliberato all’unanimità di assegnare il riconoscimento, per l’anno 2009, a Piera, Ernesto e Cecilia Cardani, dell’impresa edile Piero Cardani srl di Busto Garolfo. E questo in virtù della storia, dei valori umani e professionali, dei riconoscimenti ricevuti nel proprio settore, della costante spinta all’innovazione e dell’attenzione all’ambiente che ne ha sempre caratterizzato l’attività, dalla fondazione, nel 1962, a oggi.

«L’impresa di famiglia è un motore per lo sviluppo del nostro territorio: lo è stata nel passato e continua a esserlo oggi, nell’epoca dell’economia globale -afferma il presidente della Bcc, Clementi. La vicenda della Piero Cardani è un esempio di eccellenza nata in una dimensione familiare e capace di imporsi e stare sul mercato. Come unica banca autenticamente locale dell’Altomilanese e del Varesotto la Bcc è vicina, nei fatti, a realtà come queste, con le quali condivide valori, modo di operare e un legame forte con il contesto in cui opera».

Il Premio gode del patronato della Regione Lombardia, del patrocinio della Provincia di Milano, del Comune di Busto Garolfo e della Città di Legnano, della Famiglia Legnanese e di Confindustria Altomilanese.

Impresa Piero Cardani srl
Piero Cardani fondò, nel 1962, un’impresa di costruzioni, la "Piero Cardani ditta individuale", con sede a Busto Garolfo. Il primo anno di attività si chiuse con un fatturato di 21 milioni di lire; fra le prime importanti realizzazioni da ricordare la nuova sede della storica Manifattura Castiglioni di Arconate, cui seguirono il campanile di Olcella, frazione di Busto Garolfo. Nel prosieguo dell’attività vanno annoverate diverse tipologie di costruzioni: scuole, centri per anziani, case di riposo (a Castano Primo, Vanzago, Cinisello Balsamo), strutture per diversamente abili (a Busto Garolfo, Inverigo, Milano, Torino, Marina di Massa e Salice Terme) e strutture sanitarie (a Varese, Somma Lombardo e Colle val d’Elsa). Nel 1982 si registrarono due cambiamenti importanti per la storia dell’azienda, indicativi dello sviluppo e del buon andamento dell’azienda; il trasferimento nell’odierna sede di via Furato e la trasformazione della natura societaria, da ditta individuale a srl. In azienda Piero Cardani ebbe sempre al proprio fianco, per oltre un ventennio, la moglie Piera, sino al 1986, quando problemi di salute consigliarono il passaggio della gestione al primogenito Ernesto, all’epoca ventenne freschissimo di studi. Presto, a dare il proprio contributo in azienda, si sarebbe aggiunta la sorella Cecilia, di due anni più giovane. Con l’andare degli anni si sviluppa quell’attenzione che aveva sempre caratterizzato la Piero Cardani nel costruire, l’attenzione al contesto, il rispetto dell’ambiente. Un modus operandi consacrato dalla certificazione UNI EN ISO 9001:2000 ottenuta nel 2004 per la costruzione e la progettazione di edifici civili e industriali, e rara in un settore come quello edile. Tra le collaborazioni illustri quelle con aziende del calibro di Siemens e Toshiba e con il Politecnico di Milano. L’impresa, che oggi conta una quindicina di dipendenti, per la maggior parte tecnici, è impegnata da anni sul fronte del risparmio energetico e dell’uso di materiali ecocompatibili. Attualmente è impegnata nell’esecuzione degli uffici della società Terna spa a Milano. Negli ultimi mesi, quelli segnati dalla crisi, ha agito puntando sulla cura estetica delle costruzioni, con una particolare attenzione agli elementi architettonici che hanno segnato storicamente il paesaggio urbano dell’Italia e che, dal secondo dopoguerra e con il boom economico, sono stati in larga parte trascurati. Il futuro della Cardani è dunque da rintracciare in un legame forte con la miglior tradizione del costruire nel Paese più bello del mondo.

Apil
L’Associazione Periti Industriali e Laureati, che opera nell’Alto Milanese dalla sua fondazione, nel 1951, si adopera per mantenere e sviluppare rapporti di collaborazione con le Associazioni Industriali e dell’Artigianato, con gli enti pubblici, con gli istituti tecnici Bernocchi e Facchinetti per realizzare programmi di informazione e di aggiornamento tecnico-culturale. Nell’ambito delle innumerevoli manifestazioni, tra le quali spicca il Premio "Fabio Vignati" al Merito Professionale, l’Associazione ha dato vita a un ulteriore significativo "Premio Lavoro e Famiglia", giunto alla terza edizione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.