Nuove chiavi di casa per 32 famiglie tradatesi

Taglio del nastro e consegna delle nuove chiavi di casa. Questo il traguardo raggiunto stamattina, sabato 28 novembre, dal comune di Tradate e dall’Aler di Varese

Taglio del nastro alle case Aler di TradateTaglio del nastro e consegna delle nuove chiavi di casa per 32 famiglie tradatesi. Questo il traguardo raggiunto stamattina, sabato 28 novembre, dal comune di Tradate e dall’Aler di Varese, che hanno consegnato in via Pietro Micca, tra garage, cantine e abitazioni, 52 alloggi di edilizia residenziale popolare agli inquilini delle vecchie case popolari di via Broggi, ridotte in condizioni decisamente fatiscenti, e che saranno abbattute.
La nuova soluzione abitativa, alla quale da oggi potranno accedere le famiglie destinatarie, è composta da due fabbricati con un piano interrato, per il posto auto e le cantine, e quattro piani fuori terra per un totale di 20 alloggi da 50 metri quadri, 12 da 62, altri 12 da 80 e 8 alloggi da 90 metri quadri.
Chiavi di casa Aler TradateUn risultato dal costo complessivo di 5 milioni e mezzo di euro raggiunto grazie alle sinergie dell’amministrazione comunale, che ha concesso il terreno rinunciando agli oneri di urbanizzazione, di Aler, che ha realizzato l’opera finanziandola anche con un milione e mezzo di euro, e della Regione Lombardia che ha disposto il cofinanziamento per quasi 4 milioni di euro.
Un risultato che il sindaco di Tradate Stefano Candiani auspica diventi un modello per le soluzioni abitative di questo tipo.
Questa mattina alla consegna delle chiavi delle nuove case erano presenti il presidente della Provincia Dario Galli, i rappresentati del consiglio comunale di Tradate, i vertici di Aler con il presidente Paolo Galli e il direttore generale Pietro Lettieri e il sindaco Candiani (a destra nella foto).
Si è trattato del capitolo conclusivo di un percorso intrapreso dall’amministrazione comunale 4 anni fa, come spiega il sindaco: «il vecchio complesso di case popolari è in condizioni Sindaco di Tradate stefano Candianiscandalose, i prefabbricati erano tenuti insieme dal silicone, le condizioni igienico sanitarie molto precarie, era una di quelle situazione fatiscenti che spesso abbiamo visto a Striscia la Notizia – sintetizza Candiani – per questo è stato necessario avviare questo nuovo progetto che si è rivelato vincente». L’iniziativa ha preso il via 4 anni fa «quando l’amministrazione ha ceduto i terreni rinunciando agli oneri di urbanizzazione – spiega Candiani – con Aler e la Regione è stato poi definito il progetto che oggi consegniamo alle famiglie».
Soddisfatto dei risultati anche il presidente di Aler Paolo Galli, «ci sono stati alcuni momenti di tensione legati alla dilatazione dei tempi di costruzione, problemi in particolare con gli allacciamenti al gas che siamo riusciti a completare solo pochi giorni fa, ma in complesso le abitazioni sono splendide, si tratta di case costruite in base ai più moderni standard abitativi, tutto è stato pensato per creare un ambiente accogliente e armonioso».

Galleria fotografica

Consegnate le nuove case Aler 4 di 26
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 novembre 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Consegnate le nuove case Aler 4 di 26

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.