Operativi i gruppi di azione locale

Sono i GAL e hanno l’obiettivo di promuovere la valorizzazione della montagna

Approvati gli statuti, costituiti i consigli di amministrazioni e riunita l’Assemblea dei soci: sono attivi e operativi i GAL dei Laghi e della montagna e quello delle Valli del Luinese. I Gruppi di Azione Locale (GAL), sono lo strumento incentivato da Regione Lombardia per mettere in atto il Piano di Sviluppo Locale quarto livello di programmazione del Piano di Sviluppo Rurale per il periodo 2007-13.
Obiettivo dei due GAL è quello di promuovere, attraverso bandi di assegnazione fondi, interventi per la valorizzazione e lo sviluppo del settore agricolo sul territorio compreso nella Comunità Montana Valli del Verbano. I Gruppi di Azione Locale, individuati da Regione Lombardia in provincia di Varese, hanno scelto di costituirsi giuridicamente come società a responsabilità limitata. Questa formula permetterà ai GAL non solo di diventare un’agenzia per la promozione del territorio e individuare i criteri per l’assegnazione dei circa 8 milioni di euro previsti dal finanziamento regionale, ma di ampliare gli interventi nel campo dell’agricoltura di montagna e dei suoi prodotti.
Ognuna delle s.r.l. è di proprietà della Comunità Montana, di parte dei Comuni che la compongono e di alcune associazioni di allevatori e produttori agricoli. Un assetto proprietario in continua espansione, considerato che si allunga la lista dei paesi in attesa di entrare a far parte della compagine societaria. L’assemblea degli attuali soci ha comunque già approvato il documento definitivo per la messa in atto delle linee di indirizzo previste nei progetti approvati da Regione Lombardia.
I quasi 8 milioni di euro stanziati da Regione Lombardia saranno investiti per 5 milioni di euro nel GAL delle Valli del Luinese e i restanti 2,8 nel GAL dei Laghi e della Montagna. Comune denominatore dei due piani di intervento è la promozione del settore agricolo come fattore di sviluppo delle comunità locali. I finanziamenti alle aziende agricole permetteranno agli imprenditori di effettuare investimenti nelle strutture, nelle attrezzature e nell’avvio, ad esempio, di punti vendita. Multifunzionalità è l’obiettivo strategico da perseguire al fine di potenziare e modernizzare le imprese del settore agro – forestale che potranno così offrire servizi essenziali per la popolazione delle zone più marginali delle valli prealpine.
Il settore agricolo diventerà, in modo più decisivo, uno stimolo per lo sviluppo del turismo. E’ prevista la valorizzazione di percorsi esistenti come la Stra di Caver oppure la realizzazione della pista ciclabile della Valcuvia. Anche l’avvio della Strada dei sapori delle Valli Varesine, che lo scorso mese di luglio ha ottenuto il riconoscimento da parte di Regione Lombardia, è una delle misure del GAL.
Oltre all’agricoltura, il Piano di Sviluppo Locale prevede interventi per la tutela dell’ambiente e della biodiversità. Dalla valorizzazione della razza autoctona della Nera di Verzasca alla riqualifica della Torbiera di Mombello una parte dei fondi saranno indirizzati alla salvaguardia del patrimonio ambientale del territorio della Comunità Montana Valli del Verbano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.