Partono le vaccinazioni contro la nuova influenza

Parte la seconda fare della campagna vaccinale. Primi ad essere chiamati sono bambini e ragazzi tra 6 mesi e 16 anni

Parte oggi in Lombardia la seconda fase della campagna vaccinale contro il virus H1N1. Dopo l’anticipo delle province di Brescia, Pavia, Mantova e Cremona, da oggi, lunedì 2 novembre i vaccini saranno a disposizione in tutte le altre province lombarde, a cominciare da Milano.

La vaccinazione è raccomandata ed offerta gratuitamente e prioritariamente alla popolazione di età compresa tra 6 mesi e 64 anni affetta da gravi patologie croniche con maggior rischio di complicanze.
Per i soggetti con patologia, i codici di esenzione del ticket che consentono l’accesso alla prima fase della vaccinazione sono pubblicati sul sito: www.sanita.regione.lombardia.it.

La campagna vaccinale procederà dando priorità, ovviamente, alle categorie più fragili ed esposte, che saranno vaccinate nel periodo compreso tra il 2 e il 13 novembre. Nel dettaglio:
• le donne che si trovano nel secondo e terzo trimestre di gravidanza. Le stesse potranno concordare l’appuntamento per la vaccinazione con i Distretti, ai numeri di telefono sottoelencati o potranno accedere direttamente presso tutti i Centri Vaccinali giovedì 5 novembre dalle ore 14 alle ore 16
• i bambini a rischio dai 6 mesi ai 14 anni, identificati dai Pediatri di Famiglia e comunicati all’ASL, che verranno chiamati attivamente dai Distretti.
• i ragazzi dai 15 ai 17 anni, appartenenti alle categorie a rischio di cui all’elenco codici esenzione o che presentino le medesime patologie, concordando l’appuntamento per la vaccinazione ai numeri di telefono sottoelencati.

Dal 16 novembre inizierà la vaccinazione delle persone appartenenti alle categorie a rischio ricomprese in altre fasce di età (dai 18 ai 64 anni).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.