Piccole imprese a confronto, verso nuove via d’uscita dalla crisi

Erano oltre una cinquantina gli imprenditori presenti ieri all'incontro nella sede varesina della Cna. Al centro le aziende, le loro diverse storie e i problemi comuni

artigiani, crisi economica, cna vareseLa situazione è difficile ma la crisi, oggi fa forse un po’ meno paura. Erano più di una cinquantina le imprese artigiane che ieri sera si sono ritrovate nella sede di Cna Varese per fare il punto di una situazione sempre più complessa da decifrare. Ad accoglierli il presidente di Cna, Franco Orsi e il vicepresidente vicario di Cna Lombardia, Daniele Parolo. Un incontro che ha messo al centro le aziende, le loro diverse storie e i problemi, lasciando invece questa volta al margine la politica. A discutere con gli artigiani varesini delle strade per superare questa fase della crisi c’erano il giornalista Dario Di Vico che da tempo porta sulle prime pagine del Corriere della Sera le ragioni dei piccoli e piccolissimi imprenditori e Paolo Preti, docente dell’Università Bocconi. «Dalla crisi si uscirà cambiati – ha spiegato il professore -. Ci sono imprese che chiuderanno e si dovrà affrontare il mercato con ottiche nuove centrate sulla qualità, sull’innovazione e sulle persone». Dalle testimonianze è emersa la consapevolezza degli imprenditori che oggi sono molte le variabili che dettano l’andamento del mercato, come la concorrenza dall’esterno che si fa sempre più agguerrita e spesso non rispetta le stesse regole. Le perdite sono state registrate quasi da tutti, ma in modi diversi: la contrazione media del lavoro è stata pari al 25 per cento, per alcuni più elevata per altri meno. Ci sono settori che da anni reagiscono alla complessità del mercato, come il tessile e altri che sono stati toccati dalla crisi come un lampo a ciel sereno. E c’è anche chi per la prima volta ha dovuto affrontare il problema dei licenziamenti e nei casi più duri della chiusura. Qualcosa però è cambiato: quella che si apre ora è una nuova fase, di reazione e ricerca di ricette comuni. Tra il pubblico in sala era presente l’imprenditore Piero Cassani, organizzatore dell’incontro e anche del convegno di venerdì 10 ottobre scorso a Vergiate con i ministri Bossi e Tremonti e anche alcuni rappresentanti dell’Associazione Artigiani. Il dibattito è stato partecipato ed è durato per quasi tre ore, la dimostrazione sincera che le aziende hanno ancora voglia e bisogno di confrontarsi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.