Primo test elettorale: Delusione per Obama

I democratici hanno perso non solo il governatore della Virginia, com'era ampiamente previsto, ma anche quello del New Jersey che invece sembrava in bilico fino all'ultimo

Si è trattato di un mini test elettorale, troppo localistico e troppo ristretto per trarne conclusioni altisonanti, ma si è trattato inequivocabilmente di una sconfitta per i democratici di Barack Obama. D’altro canto di una festa per i repubblicani.
I democratici hanno perso non solo il governatore della Virginia, com’era ampiamente previsto, ma anche quello del New Jersey che invece sembrava in bilico fino all’ultimo, dove il repubblicano Chris Christie ha ottenuto quasi il 50% dei voti. Si è fermato a un modesto 46% il governatore uscente, il democratico Jon Corzine. Similmente in Virginia. In questo caso la vittoria repubblicana era annunciata, lo Stato del Sud ha tradizioni conservatrici. Però un anno fa Obama era riuscito a strappare anche la Virginia al suo rivale John McCain, grazie a una forte affluenza alle urne degli afroamericani. Che ieri sono rimasti in gran parte a casa, lasciando al candidato repubblicano Robert McDonnell il 59% dei voti. Ora i repubblicani guardano con speranza alle elezioni di mid-term del 2010 dove potrebbero insidiare il controllo democratico sul Congresso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.