Pro Patria, un altro piccolo grande passo avanti

Sul difficile campo di Arezzo i tigrotti bloccano sull'1-1 i padroni di casa. Al gol di De Oliveira replica l'ottimo Pacilli, la squadra di Cosco abbandona così la zona playout

La Pro Patria ottiene un importantissimo punto in trasferta pareggiando 1-1 ad Arezzo alla fine di una partita equilibrata giocata contro una squadra che frequenta i piani alti della classifica. Oliveira e Pacilli hanno realizzato i gol che hanno deciso la partita in due minuti alla fine del primo tempo, con l’ala biancoblu autrice di una prestazione davvero convincente. Con il punto guadagnato in Toscana prosegue quindi la risalita dei tigrotti che dall’arrivo di Cosco hanno ottenuto otto punti e sono per ora usciti dalle sabbie mobili della zona playout. Un bel risultato nell’arco di sole cinque partite che hanno mostrato anche una maggior attenzione sul piano tattico.

LA PARTITA di Arezzo si presenta interessante anche per i tanti ex sulle due sponde: Bruccini, Passiglia e Serafini da una parte, Ceravolo, Fofana e Music dall’altra.
Cosco non schiera punte pure all’inizio, preferendo un attacco dai piedi buoni con Serafini a supporto di Baù, mentre in difesa Chiecchi prende il posto dello squalificato Pivotto.
Partono megli gli amaranto, ma i primi a rendersi pericolosi sono i tigrotti con un diagonale al 10’ di Serafini finito alto. Al 21′ la Pro va vicina al vantaggio con un calcio piazzato di Baù che lambisce la traversa uscendo davvero di poco; i tigrotti prendono coraggio e ci riprovano con Chiecchi intorno alla mezz’ora quando Mazzoni prima controlla male un pallone ma poi compie un miracolo sul tiro a botta sicura del difensore bustocco. Al 35′ una mischia in area biancoblu è il preludio per il gol del vantaggio aretino, realizzato al 41’ da De Oliveira, bravo a superare Caglioni con un preciso diagonale. La Pro Patria reagisce immediatamente e al 43’ ottiene il pareggio con Pacilli, che supera il portiere Mazzoni con un tiro da fuori area di destro, suo piede “debole”.
Nella ripresa l’Arezzo prova in due occasioni di fila a portarsi in vantaggio, ma Caglioni salva la propria squadra al 10’ su Chianese e all’11’ sul neo entrato Erpen. Fofana prova a realizzare il “gol dell’ex”, ma la sua girata si spegne a lato di un soffio. I difensori tigrotti sono bravi e attenti a non concedere altre occasioni ai padroni di casa e a mantenere il pareggio fino al finale di partita.
 
Arezzo – Pro Patria 1-1

Marcatori: al 41’ pt De Oliveira (A), al 43’ pt Pacilli (PP).

Arezzo (4-3-1-2): Mazzoni; Music, Figliomeni, Pecorari, Sereni; Coppola (dal 18’s.t. Maniero), Venitucci (dal 1’s.t. Erpen), Togni; De Oliveira; Chianese, Fofana (dal 31’s.t. Essabr). All. Semplici
Pro Patria (4-4-1-1): Caglioni; Aquilanti, Chiecchi, Rinaldi, Barbagli; Bruccini (dal 1’s.t. Sarno), Passiglia, Lombardi (dal 32’s.t. Som), Pacilli; Baù (dal 23’s.t. Masiero), Serafini. All. Cosco.
Arbitro: Omar Magno di Catania (Messina e Fiorito).
Note. Ammoniti: Sereni per l’Arezzo. Pacilli, Baù e Serafini per la Pro Patria. Calci d’angolo: 9-4 per l’Arezzo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.