Pronti all’“Attesa” con Flavio Oreglio

Lo spettacolo tratta temi di attualità quali la scienza, la filosofia, la religione. Non si limita allo “sghignazzo terapeutico”, ma smuove nello spettatore i sentimenti per una ripresa della sua consapevolezza

Dopo il “Caveman” Maurizio Colombi (con regia di Teo Teocoli) e Alberto Patrucco, ecco Flavio Oreglio, a completare il “tris d’assi” di inizio della stagione teatrale dell’Auditorium “Paccagnini” di Castano Primo nella nuova gestione affidata al milanese “Teatro delle Erbe”.
Stasera, sabato 28 novembre, inizio ore 21, sul grande palcoscenico dell’Auditorium castanese inizierà dunque “L’attesa”. Lavoro teatrale di Flavio Oreglio, interpretato dallo stesso poliedrico attore-cabarettista-cantante diventato famoso, per il pubblico televisivo, con “Zelig”, ma capace di andare ben oltre quei pochi minuti serali di comicità.
“L’attesa”, dunque, un insieme di narrazione surreale e riflessioni più profonde, usufruendo della collaborazione di Renato Sarti per i testi e la regia e di Dario Canossi e Luca Bonaffini per testi e musiche delle canzoni.
L’attesa di un funerale è sempre un brutto momento, ma se l’evento che ci si aspetta è la celebrazione delle esequie della ragione e della razionalità, la circostanza diventa forse meno drammatica. Mentre passano le ore, il dubbio diventa atroce: sono morte davvero o vogliono farcelo credere? A chi giova il loro eventuale annientamento?
Lo spettacolo tratta temi di attualità quali la scienza, la filosofia, la religione. Non si limita allo “sghignazzo terapeutico”, ma smuove nello spettatore i sentimenti per una ripresa della sua consapevolezza, premessa di un dignitoso riscatto, di una sana ribellione… di una rivoluzione pacifica.
Ingresso euro 20.
Orari della biglietteria: Martedì dalle 16 alle 19 – Giovedì dalle 10 alle 14 – Venerdì dalle 16 alle 19 – Il giorno dello spettacolo dalle 16 alle 20.50.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.