Pronto il primo numero, Busto Arsizio 24 arriva nelle case

Sarà in distribuzione da lunedì il nuovo periodico bimestrale di comunicazione tra amministrazione e cittadino

gigi farioli presenta busto 24 house organBusto Arsizio 24 non sarà un periodico per il confronto tra parti politiche contrapposte ma uno strumento di comunicazione tra amministrazione e cittadino. Così ieri mattina, mercoledì,   il sindaco Gigi Farioli ha presentato il nuovo periodico di informazione creato in collaborazione con Radiocor, società di servizi editoriali del Sole 24 Ore che ha già molta esperienza nel settore della comunicazione delle amministrazioni pubbliche.  Da lunedì il nuovo periodico sarà in distribuzione alle famiglie della città. Dopo un primo lancio effettuato un paio di settimane fa in alcune zone di Busto, il giornale arriverà in tutte le case.

La stessa testata BustoArsizio24, così come la caratteristica carta rosa, ricordano il marchio del Sole 24 ore: il primo numero mostra chiaramente come il periodico non è e non sarà il classico notiziario comunale, ma avrà un respiro molto più ampio, grazie alla grafica, molto moderna ed elegante, e soprattutto ai contenuti che non riguardano esclusivamente l’attività amministrativa.
Si tratta di un nuovo strumento di comunicazione che rappresenta il primo risultato di un nuovo percorso sulla comunicazione tra cittadino e pubblica amministrazione. Nelle sue otto pagine, in formato tabloid e con foto a colori, il bimestrale disegna un percorso che si sviluppa partendo dall’ascolto e dalla partecipazione, e che ha l’obiettivo di instaurare un rapporto tra amministrazione e cittadino basato sulla chiarezza e sulla trasparenza.

Nell’editoriale il sindaco scrive: “BustoArsizio24 non sarà una vetrina per chi scrive, non sarà solo luogo aperto a maggioranza e opposizione (come pure è e sarà), ma soprattutto uno strumento a disposizione del cittadino per stimolare e, (perchè no?), giudicare i propri eletti e attraverso internet (ma non solo) porre le questioni che gli premono. Noi ovviamente ci mettiamo in gioco. A disposizione. Perché solo quando il cittadino è messo in grado di fare domande, chi amministra è in grado di dare risposte sensate e utili”. 

L’apertura è dedicata a uno dei temi più attuali, il tessile e i suoi tentativi di superare la crisi proprio partendo dalla città che più ha contribuito a rendere forte questo storico settore dell’economia nazionale: non mancano due interviste ai protagonisti del rilancio del tessile, i bustocchi Marco Reguzzoni e Michele Tronconi. La seconda pagina sarà strutturata come pagina di servizio, con le iniziative che toccano più da vicino le famiglie, come “A Busto si può”, la serie di sconti e promozioni nei negozi, descritta nel primo numero. Il paginone centrale sarà dedicato a un approfondimento su temi che interessano il territorio di cui Busto è città di riferimento: in questo primo numero si parla di infrastrutture, della rete ferroviaria che permette alla città di essere considerata snodo fondamentale per il nord Italia, con un’interessante intervista all’assessore regionale Raffaele Cattaneo.

Pagina sette sarà invece riservata alle notizie sportive e culturali, mentre la sesta pagina sarà a disposizione delle forze politiche: mezza pagina alla maggioranza e mezza all’opposizione. I gruppi saranno invitati a scrivere a rotazione su un tema di volta in volta diverso e di stretta attualità politica: non sarà più lo spazio in cui ogni gruppo potrà scrivere su temi scelti a discrezione, ma lo spazio del confronto su uno stesso argomento, in modo che il lettore possa cogliere quali sono i diversi punti di vista. L’ultima pagina è riservata agli appuntamenti culturali, sportivi, istituzionali elencati in maniera sintetica e di facile consultazione. Non mancano alcune inserzioni pubblicitarie, che in maniera discreta completano le pagine e contribuiscono ad abbassare i costi della produzione.

Il giornale arriverà nelle famiglie con cadenza bimestrale: il prossimo numero uscirà a metà dicembre, in modo che sia nelle case prima di Natale.  “BustoArsizio24” è pubblicato anche nell’homepage del sito internet comunale (banner BustoArsizio24, situato in alto a destra ).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.