Quando i libri prendono il volo

Pietro Milani, studente del liceo Crespi, ha vinto un premio nell'ambito del progetto regionale Amico Libro con i suoi manifesti di invito alla lettura

Chi i libri li scrive, e chi invita a leggerli: continuano a distinguersi gli studenti delle scuole bustesi. Dopo il "caso" letterario di Chiara Trunfio, studentessa del Liceo scientifico Tosi, che è riuscita  a vedere pubblicato il suo romanzo fantasy, ora a distinguersi è l’autore di un originale manifesto-invito alla lettura: Pietro Milani, studente che frequenta il quarto anno del Liceo Linguistico “Crespi”.
Giovedì 5 novembre è stato premiato a Milano quale vincitore nella sezione Scuola Superiore del Concorso Regionale per la realizzazione di un manifesto destinato alla campagna di promozione della lettura, nell’ambito del progetto “Amico Libro”.

Pietro è un appassionato di lettura ma è anche un creativo: così per valorizzare le sue qualità l’insegnante di italiano, Adele Lupi, lo ha sollecitato a partecipare al Concorso che la Regione Lombardia aveva bandito in primavera. Il giovane artista ha prodotto ben due manifesti, uno dei quali è stato scelto dalla Commissione del Concorso: l’opera, un volo di libri di diverse dimensioni, suggerisce in modo raffinato il legame tra il libro e la libertà, giocando sul termine liber (libro in latino) e libero.

Simpatico è pure il secondo manifesto che invita a consumare i libri con la “fame” di chi si lascia ingolosire da un panino succulento, manifesto che, per il suo efficace impatto comunicativo, è stato esposto per tutta l’estate alla Libreria Boragno di Busto Arsizio.

La premiazione si è tenuta presso la Fiera di Rho durante le manifestazioni del Salone Europeo della Comunicazione Pubblica, nella parte dedicata ai rapporti tra Istituzioni e Scuola. C’erano anche i vincitori delle altre sezioni, Scuola dell’Infanzia, la Primaria e la Secondaria di Primo Grado. Pietro Milani, studente di un Liceo umanistico, oltre alla creatività, ha dimostrato competenze specifiche in grado di competere con quelle di altri studenti in concorso, provenienti da Istituti Tecnici ove grafica e disign sono materie di studio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.