Rinasce il circolo Legambiente di Malnate

Domenica 22 riprende ufficilmente le attività il circolo nato nel 1991

Domenica 22 novembre presso il casello ferroviario dismesso di Bizzozzero-Gurone si terrà alle ore 10.30 l’assemblea costitutiva del circolo locale di Legambiente. Dopo qualche anno in cui Legambiente Malnate si era appoggiata alla sede di Varese, dopodomani riconquisterà la sua autonomia: una garanzia in più per una presenza costante in città e per un attivo intervento di recupero ambientale nell’area del fiume Olona.

La storia di Legambiente Malnate è significativa dal punto di vista storico e rappresenta un ottimo esempio dell’operato dell’associazione.

Nato nel 1991, quando l’ambientalismo non era ancora così diffuso, il gruppo si è dapprima impegnato nella sensibilizzazione alla raccolta differenziata dei rifuti e nella promozione di iniziative per porre l’attenzione sulla necessità di salvaguardare l’area verde intorno al fiume Lanza, ora diventato "Parco Valle del Lanza".

Nel 1994 Legambiente si costituisce parte civile nel processo contro la verniciatura Negri per il danno ambientale alle falde acquifere nel comune di Malnate.

Dopo la sentenza di primo grado sfavorevole, che aveva costretto l’associazione a pagare 20 milioni di euro, nel 2006 la sentenza d’Appello riconosce come legittima la richiesta di risarcimento danni da parte di Legambiente e dei 47 cittadini malnatesi che l’avevano affiancata.

Il cospicuo risarcimento viene investito nel progetto "Uno sguardo sotto il ponte" , che si pone l’obiettivo di costituire un osservatorio permanente per il fiume Olona in un territorio, quello dei Mulini di Gurone, dimenticato.

" Alcuni lavori – spiega Laura Balzan , socia del circolo malnatese – sono già partiti, grazie alla collaborazione con la cooperativa Nuova Urbanistica. Con la costituzione del circolo ufficializziamo il nostro impegno di presidio del territorio . Abbiamo in cantiere il recupero finale di una porzione di edificio presso i Mulini, per la cui trasformazione in ostello della gioventù abbiamo partecipato ad un bando di un finanziamento della Regione Lombardia. Vogliamo legare l’attenzione all’ambiente con il turismo sostenibile. Oltre a questo, continueremo a organizzare iniziative sulle tematiche proprie di Legambiente e rafforzeremo la collaborazione con le scuole per l’educazione ambientale".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.